Previsione terremoti Verso una Sismatereologia? Pagina Aggiornata il 22 08 2017

Previsione terremoti Verso una Sismatereologia? Pagina Aggiornata il 22 08 2017

Previsione Terremoti

[Aggiornamento del 22 08 2017: per i risultati del primo prototipo di rilevatore

vedi http://www.claudiopace.it/lenr-italiano-futura-energia/ http://www.claudiopace.it/lenr-italiano-futura-energia/2/

o direttamente QUI la sua relazione del prof. Alberto Carpinteri in inglese ]

Utopia o realtà

Previsione terremoti: Utopia o realtà  è la domanda che ci facciamo sempre dopo un evento catastrofico

o dopo un quasi evento catastrofico come quello di oggi nel mare adriatico di fronte a Loreto.

Come si legge nella nota successiva dello stesso Ingv l’evento, nonostante la sua potenza è da considerarsi dal punto di vista della scala Mercalli, da come percepito cioè dalla popolazione, come un evento del quarto-quinto grado non gravissimo pertanto.

Ma a che punto siamo con la Previsione Terremoti?

La Previsione Terremoti‘è  ancora una utopia?

Tralasciamo ogni considerazione sulla famosa sentenza dell’Aquila, che non ha alcun valore dal punto di vista scientifico,

mentre le considerazioni probabilistiche del fisico Mauro Mucciarelli possono essere condivise

ma non risolvono i problemi pratici della Protezione Civile che non può tenere in allarme,

con questo genere di considerazioni, chi veramente deve essere tenuto in allarme.

In effetti, quando ci fu il terremoto di Assisi nel 1997, tra le tante teorie che si sentivano quella di una faglia che avrebbe potuto liberare la sua energia in uno scontro tra faglie, per dirla molto semplice,  in Umbria o sul Mare Adriatico, cosa che oggi  a distanza di circa quindici anni si è verificato.

CARPINTERI

Secondo il prof. Carpinteri del politecnico di Torino la Previsione Terremoti

potrebbe essere realizzata sul modello delle previsioni del tempo correlando insieme diversi precursori quali,

le emissioni neutroniche, le emissioni acustiche ed elettromagnetiche insieme alla quantità di Radon presente nel sottosuolo.

Ma cosa significa e quanto costa  intraprendere questo tipo di studi che darebbe luogo ad una Sismatereologia?

Mi si consenta il neologismo che accosta insieme la scienza che intende prevedere le condizioni del tempo

e quella che intende prevedere il verificarsi di un sisma e che appara ancora molto lontana da essere una realtà.

Sismatereologia

E comunque pone dei problemi, perché se il meteo sbaglia non succede nulla (o quasi magari si perde un gran premio o una battaglia navale)

ma se sbagliasse un sismaterologo quanti danni farebbe?

Si pensi alla scossa di oggi, oltre il danno materiale,

c’è da mettere in campo l’abbandono repentino dei turisti che si stavano godendo il mare nelle coste marchigiane ed è andata benissimo …

Ipotesi

Vorrei mettere sul piatto del discorso altri due fattori, uno di cui sentì parlare all’epoca dello Tsunami del 2006,

di una configurazione particolare degli astri che avrebbe influito sulla crosta terrestre provocando lo tsunami,

cosa che fa sorridere ma fino ad un certo punto.

Galilei non credeva che le maree potessero essere influenzate dalla posizione della luna,

lo riteneva un discorso superstizioso tale da metterlo in bocca al Simplicio del suo famoso libro,

eppure ebbe torto.

E se una particolare configurazione degli astri e della luna creassero proprio attraverso le maree dei ‘tappi’ al normale sfociare dell’attività eruttiva del magma negli oceani?

Potrebbe questo generare dei movimenti delle faglie che a sua volta provocano  i terremoti?

Elasticità del geoide

L’altro che mi frulla sempre in testa e che alla luce dei dati oggi in nostro possesso si potrebbe verificare:

ma siamo proprio sicuri che quando avviene un forte terremoto da una parte della terra l’onda d’urto viene assorbita

e non in qualche modo trasmessa fino a sfociare dall’altra?

È un discorso che fa sorridere gli esperti,

molto di più di quanto faccia sorridere la possibilità di avere una previsione terremoti …

Ma non dimentichiamo che l’interno del nostro pianeta ci è più ignoto del nostro esterno

che solo in tempi recenti sappiamo osservare meglio e percorrere in lungo e largo.

L’interno del nostro globo lo abbiamo visitato solo con la fantasia di qualche film americano e quella  di Dante Alighieri e di  Giulio Verne.

Claudio Pace Terni 21 Luglio 2013 Blogger su Previsione Terremoti aggiornato il 22 8 2017 dopo il terremoto di Ischia

Nella playlist qui sotto alcuni spezzoni di video dell’intervento di Carpinteri all’Enea in cui ha parlato anche di Previsione Terremoti

One Response

  1. miki 22/11/2013

Leave a Reply