FAMMI OBBEDIENTE COME IL SOLE E LA LUNA, …

FAMMI OBBEDIENTE COME IL SOLE E LA LUNA

Fammi Obbediente Fammi obbediente come il sole e la luna.

Fammi roteare d’amore intorno a te!

Il tuo comando sia sacro per me,

affinché con te, porti sulla terra … il fuoco“.

Franca Cornado (Brescia 1924-1993)

Dalla spiritualità di Franca Cornado è possibile trarre  una definizione di Dio assai originale, eccola … 

Fammi Obbediente“Io sono l’Incendio e nessuna forza potrà mai diminuirmi perché il mio combustibile è l’amore”.

Sia la poesia che la definizione hanno delle forti radici bibliche, non è un caso che nel Roveto, Adonai, prima di rivelare il suo nome ‘Io_Sono Colui_Che Io_Sono’ si manifesta a Mosè con il segno del fuoco che arde senza mai consumarsi.

Strana coincidenza, è anche il sogno dei ricercatori della Cool Fusion oggi ormai chiamata Lenr, se non proprio infinita il fisico Celani spera di trovare il modo di trarre energia senza (quasi) mai consumare la lega metallica di Nickel e rame, la costantana.

Riuscirà Celani, il MFMP e tanti altri ricercatori di nuove forme di energia pulita, Lenr e non Lenr a trovare un nuovo fuoco che arda senza consumarsi?

In assoluto forse no.

Ma che arda consumando molto meno di quello che stiamo consumando oggi con il fossile sì. tenendo conto che esistono già altre forme di energia, come quella geotermica, che  garantisce già una durata temporale enorme e può essere ricavata trattando in modo rispettoso l’ambiente. 

Ed ecco infine un’altra poesia di Franca Cornado sul rapporto fuoco-amore-Dio:

Vorrei essere per te come l’incenso

e salire incensandoti d’amore.

Vorrei essere per te come fuoco ardente

e scottarmi per l’immenso amore.

Vorrei essere per te come acqua limpida

da rispecchiarmi in te, o Signore!

Molto chiare ed efficaci le prime due metafore, quella di essere come l’incenso, per salire incensando d’amore Dio, e l’essere fuoco, ma nel contempo scottarsi per l’immenso amore che significa il nostro essere fuoco. 

Ma la terza metafora, quella di essere acqua limpida per rispecchiarsi in Dio è davvero geniale, presuppone un cammino di purezza e semplicità, tale è l’acqua come la definiva San Francesco, che permette di rispecchiarsi nella purezza e semplicità infinita di Dio, che ha scelto il più semplice verbo nel tempo più semplice per auotdefinirsi: IO SONO.

Claudio Pace Blogger Terni 26 Luglio 2014 su Fammi Obbediente … verso il convegno su Frate Focu

Mettimi come sigillo sul tuo cuore,
come sigillo sul tuo braccio;
perché forte come la morte è l’amore,
tenace come gli inferi è la passione:
le sue vampe son vampe di fuoco,
una fiamma di Adonai! (Ct 8,6)

 Le grandi acque non possono spegnere l’amore
né i fiumi travolgerlo.
Se uno desse tutte le ricchezze della sua casa
in cambio dell’amore, non ne avrebbe che dispregio. (Ct 8,7)

2 Comments

  1. Avatar Giovanna Barbetti 26/07/2014
  2. Avatar Claudio Pace 26/07/2014

Leave a Reply