UNI 11472 / 2013 “Rilievo degli incidenti stradali – Modalità di esecuzione

UNI 11472 / 2013  “Rilievo degli incidenti stradali – Modalità di esecuzione

UNI 11472 soccorso

La UNI 11472, emessa nel gennaio di quest’anno 2013,  norma il modo in cui dovrebbe essere condotto un rilievo di un incidente stradale

UNI 11472 / 2013  

A chi non è capitato di assistere o di avere un incidente stradale, magari senza feriti gravi e di essere costretto, mancando l’accordo tra le parti per andare via con Cid firmato, a chiamare i vigili urbani o altre forze dell’ordine per i rilievi del caso?

Tra le cose importanti che ci ha portato quest’anno il 2013 nel campo della sicurezza stradale e della giustizia sociale, l’emissione di  una norma UNI, l’ente italiano di unificazione delle norme, che si occupa di una attività tutt’altro che banale e di grande importanza per la vita dell’individuo e cioè del modo come vengono rilevati gli incidenti stradali.

UNI 11472 / 2013

Si tratta della UNI 11472 / 2013  “Rilievo degli incidenti stradali – Modalità di esecuzione”,

una norma, che dovrebbe essere conosciuta benissimo da chi svolge questo lavoro di rilevazione che appartenga alla polizia locale o alle forze dell’ordine che sono chiamate ad intervenire quando si verificano gli incidenti e si attivano per una attività di rilievo che oggi va di moda chiamare con un inglesismo “accident investigation” …

La risposta dei comuni

Non oso immaginare le risposte che il dirigente o l’assessore comunale competente in materia, potrebbe darmi

se gli chiedessi notizie su corsi di aggiornamenti fatti o previsti per la polizia locale

e altro personale interessato sulla norma UNI 11472 e le problematiche di ‘accident investigation’.

Magari non è così, potrei essere sorpreso dal sapere che sono stati aggiornati e già la applicano, ma facendo una breve ricerca sul sito ufficiale del mio comune quello di Terni di UNI 11472 non trovo nulla …

Una esperienza di vita

Vorrei raccontare di un incontro fatto in ospedale di Terni l’anno scorso, dove per un giorno  e una notte,

causa mancanza di posti nel reparto in cui ero destinato sono stato ospite.

Si trattava  di un reparto ortopedico e li ho potuto conoscere una persona la cui vita  era stata seriamente compromessa da un incidente stradale,

del quale si era assunto, forse un po’ superficialmente, la colpa dopo aver ascoltato l’opinione di coloro che avevano rilevato l’incidente.

Erano diversi mesi che era ricoverato e ancora molti mesi doveva trascorrere li dentro con una gamba semiparalizzata,

ed è chiaro che il suo pensiero fisso fosse l’incidente e che molte volte si è posto il dubbio sui rilievi fatti, sulla dinamica dell’incidente, …

Dubbi che rivolgendosi ad un esperto legale, supportato da un bravo perito tecnico potrebbero essere sciolti,

non mancano avvocati onesti e competenti che sanno dire ai loro clienti se conviene o no tentare una avventura legale

che è lunga e onerosa e non sempre ha un esito positivo, rischiando che oltre il danno si abbia la beffa di un aggravio di spese legali non indifferenti.

Necessità della formazione

La formazione del personale della polizia locale sulla norma UNI 11472 e il suo utilizzo sistematico,

se pure non possono togliere tutti i dubbi su una perfetta esecuzione del rilievo,

offrono però un elemento di certezza in più perché la eseguirebbero seguendo uno standard a livello nazionale

che offrirebbe un quadro di maggiore tutela,

specie in caso di contenzioso tra cittadino e cittadino o tra cittadino e legali delle compagnie assicuratrici …

Non è solo il modo con cui si devono fare le misure, conservare le tracce, che viene normato, ma perfino

la nomenclatura dei danni che i veicoli subiscono e il modo con cui si deve procedere a mettere in sicurezza il luogo dell’incidente

e consentire le operazioni di soccorso cercando di non alterare gli elementi ‘aleatori’

che vanno rilevati insieme alle infrastrutture presenti e alla segnaletica.

Elementi Aleatori

Per elementi aleatori, si intendono elementi come

tracce a terra, tracce di frenata, abrasioni gommose, incisioni e scalfitture,

tracce di liquidi presenti sul luogo dell’incidente, distribuzione dei detriti, indagine sui veicoli.

Diverse Tecniche

La norma riporta infine le diverse tecniche di rilievo (descrittivo, metrico, planimetrico)

e le modalità per effettuare il rilievo fotografico, che deve fornire sia una visione di insieme che di dettaglio.

Riusciremo ad avere una formazione adeguata della polizia locale,

ma anche di tutte le altre forze dell’ordine interessate a questo delicatissimo tema?

Speriamo di sì!

La norma esiste a fra poco compie un anno, la sua conoscenza ed applicazione sarebbe davvero un servizio utile a tutti i cittadini che avrebbero una tutela in più quando dovessero trovarsi protagonisti involontari di un incidente stradale.

Intanto farà piacere sapere che l’UNI sta preparando un progetto U71002120 di norma UNI per il momento nella fase di inchiesta pubblica preliminare dal titolo

“Qualificazione dei tecnici per la ricostruzione e l’analisi degli incidenti stradali” 

che revisiona e aggiorna nei contenuti la precedente norma UNI 11294 del 2008.

Insomma le norme esistono il problema è conoscerle, formare le persone che dovrebbero applicarle e …

Applicarle, anche quella sul rilievo degli incidenti, un piccolo ma importante contributo ad una maggiore giustizia sociale

Claudio Pace Terni 10 Dicembre 2013 Blogger

Consigliere prima circoscrizione Terni Est  Norma UNI 11472

No Responses

Leave a Reply