Free Quality Appello per rendere gratuite le norme tecniche

Free Quality Appello per rendere gratuite le norme tecniche

free quality 1

Free Quality. Diffondere in modo gratuito le norme sarebbe come spalancare le porte di un edificio di pregio chiuso e farne conoscere il valore.

Free Quality

In Italia come in altre parti del mondo, le norme tecniche si pagano.

Non è una notizia, è una cosa che sanno tutto gli addetti ai lavori, se vuoi avere una norma, in modo legale si intende senza piratarla, devi acquistarla andando sulla pagina del sito dell’ente normatore come l’UNI che nel suo si presenta così:

UNI – Ente Nazionale Italiano di Unificazione – è un’associazione privata senza scopo di lucro fondata nel 1921 e riconosciuta dallo Stato e dall’Unione Europea (Elenco degli organismi nazionali di normazione ai sensi dell’articolo 27 del regolamento (UE) n. 1025/2012), che studia, elabora, approva e pubblica le norme tecniche volontarie – le cosiddette “norme UNI” – in tutti i settori industriali, commerciali e del terziario (tranne in quelli elettrico ed elettrotecnico).
 Le principali tipologie di soci UNI sono imprese, professionisti, associazioni, enti pubblici, centri di ricerca e istituti scolastici…
 UNI rappresenta l’Italia presso le organizzazioni di normazione europea (CEN) dal marzo 1961 e mondiale (ISO) dal febbraio 1947.

La cosa è più che lecita, c’è un’organizzazione con dei professionisti che lavorano per stilare delle norme, per tradurle, per adattare regolamenti europei o internazionali al contesto nazionale, o che semplicemente lavorano per distribuire le norme stesse, organizzare convegni etc. , è giusto che questa gente venga pagata per il lavoro che fa, cosi come in un contesto moderno e sempre più liberista, non è giusto che sia lo stato a pagare il lavoro di queste persone.

Ma il fatto che queste norme si paghino, non contribuisce evidentemente alla loro diffusione che dovrebbe essere massima, perché le norme tecniche oltretutto non riguardano solo la qualità, ma anche argomenti di grande interesse relativi alla sicurezza e all’ambiente e non sempre studenti, pubblica amministrazione ed altri soggetti sono disponibili a pagare.

Facciamo un esempio pratico …

free qualityUna Norma come la UNI 11472 / 2013  “Rilievo degli incidenti stradali – Modalità di esecuzione quanto è conosciuta e diffusa in Italia?

Quanta burocrazia e pastoie legali in meno se venisse applicata alla lettera ogni volta che si verificasse un incidente stradale.

Ma come può essere applicata se pochi ne conoscono perfino l’esistenza?

Avete mai letto nel programma di un candidato sindaco  ‘faremo applicare alla polizia municipale la Uni 11472/2013 …’  creerebbe lo sconcerto sui suoi potenziali elettori …

Ma come fare a liberalizzare le norme, a realizzare un principio di free quality, scartando la via comoda del diffondere illegalmente delle copie pirata delle norme stesse?

E’ un problema che ci si dovrebbe porre e che potrebbe  essere risolto senza l’intervento del legislatore applicando i principi dell’open source o della live open science rendendo, in tempo reale con l’uso della rete, un numero maggiore di persone partecipi della stesura di una norma stessa. 

Rimane il problema di coprire il mancato introito dell’ente normatore  nel caso di liberalizzazione, in spirito di free quality, delle norme stesse.  Come fare?

Per esempio chiedendo delle donazioni volontarie per l’UNI o gli altri enti normatori, impegnando gli enti certificatori di terza parte e delle imprese certificate che abbiano un fatturato da media e grande impresa, a fare della loro pubblicità nel sito dell’ente normatore, avendo in contraccambio la possibilità di avere tutte le norme tecniche a disposizione gratuitamente, via internet, di ogni dipendente, con automatici benefici in termini di qualità, sicurezza e ambiente. 

Possono esserci altre soluzioni, ma la free quality, va decisamente lanciata specie in questo periodo di recessione.

L’UNI che ho preso di mira nella mia pagina potrebbe fare un esperimento di free quality per qualche anno, sono sicuro che gli incassi che ne avrebbe non solo di immagine, sarebbero superiori a quelli che ottiene oggi e, risultato da non trascurare,  la pirateria delle norme sparirebbe d’incanto.

Claudio Pace Blogger Terni 28 Settembre 2014 su Free quality

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2 Comments

  1. Pierpaolo 17/11/2014
    • Claudio Pace 17/11/2014

Leave a Reply