De Profundis Dagli abissi ho gridato a te Adonai

De Profundis Dagli abissi ho gridato a te Adonai

De Profundis

Consiglio di leggere questo salmo 129 (130) ascoltando la musica d’organo che ho preso da You Tube e linkato nella pagina qui sotto. 

E’ un brano che aiuta a comprendere il senso profondo del De Profundis, un po’ sminuito dal fatto che il De Profundis è il salmo che si recita per i defunti.

La vita è una morte continua anzi più che una morte continua è una resurrezione continua, in attesa dell’incontro con chi ci redimerà definitivamente dalle nostre colpe o del sollevamento.

Riuscire a gridare ad Adonai dai nostri abissi, dal più profondo di noi,  questo insegna il De Profundis, questo fece Gesù, il migliore cantore dei salmi di sempre, questo deve fare ciascuno di noi nella sua quotidianità …

De Profundis

De profùndis clamàvi ad te, Dòmine

E c’è un piccolo segreto, per riuscire ad essere ascoltati, ad avere l’attenzione di Dio al nostro grido, è Israele, sentirsi Israele, comunità, assemblea cioè Chiesa.

Si nota infatti che l’invocazione è del singolo, ma la risposta redentrice che viene fuori nelle ultime righe è per Israele.

Ciò permette di dare fondamento alla speranza, catturare la Misericordia che è presso Adonai, che moltiplica la sua azione redenzione a ogni membro di Israele.

Gesù solo, sommo sacerdote realizza quella redenzione che il salmista anuncia per Israele, quando rendendo volontariamente lo spirito entra negli abissi della morte ed emettendo un forte grido spirò, ottenendo per Israele la misericordia, il moltiplicarsi della redenzione, la rendenzione da tutte le colpe.

Claudio Pace 11.09.2014 sul De Profundis segue il salmo preceduto da un brano di organo …

  Canto per le Ascensioni.

Dagli Abissi a te ho gridato Adonai, Signore ascolta la mia voce;

siano le tue orecchie attente alla voce della mia supplica.

 

Dagli Abissi a te ho gridato Adonai, Signore ascolta la mia voce;

siano le tue orecchie attente alla voce della mia supplica.

Se le colpe tu guardi Adonai, Signore, chi reggerà il tuo sguardo?

Ma presso di te il perdono sicché Tu sia temuto.

 

Dagli Abissi a te ho gridato Adonai, Signore ascolta la mia voce;

siano le tue orecchie attente alla voce della mia supplica.

Se le colpe tu guardi Adonai, Signore, chi reggerà il tuo sguardo?

Ma presso di te il perdono sicché Tu sia temuto.

Ho atteso Adonai, attese la mia anima e nella Sua Parola Sperai

La mia anima nel Signore più che le sentinelle nel mattino,

più che le sentinelle nel mattino.

 

Dagli Abissi a te ho gridato Adonai, Signore ascolta la mia voce;

siano le tue orecchie attente alla voce della mia supplica.

Se le colpe tu guardi Adonai, Signore, chi reggerà il tuo sguardo?

Ma presso di te il perdono sicché Tu sia temuto.

Ho atteso Adonai, attese la mia anima e nella Sua Parola Sperai

La mia anima nel Signore più che le sentinelle nel mattino,

più che le sentinelle nel mattino.

Speri Israele in Adonai!

Perché presso Adonai è la misericordia

e il moltiplicare presso di lui della redenzione.

 

Dagli Abissi a te ho gridato Adonai, Signore ascolta la mia voce;

siano le tue orecchie attente alla voce della mia supplica.

Se le colpe tu guardi Adonai, Signore, chi reggerà il tuo sguardo?

Ma presso di te il perdono sicché Tu sia temuto.

Ho atteso Adonai, attese la mia anima e nella Sua Parola Sperai

La mia anima nel Signore più che le sentinelle nel mattino,

più che le sentinelle nel mattino.

Speri Israele in Adonai!

Perché presso Adonai è la misericordia

e il moltiplicare presso di lui della redenzione.

Ed Egli redimerà Israele da tutte le colpe.

Salmo 129 De Profundis

De Profundis

De Profundis il Salmo 129

 

 

No Responses

Leave a Reply