Alatri miracolo eucaristico post conciliare correva l’anno 1228

Alatri miracolo eucaristico post conciliare correva l’anno 1228

Alatri miracolo eucaristico

Correva l’anno 1128 al soglio di Pietro, siede Papa Gregorio IX, un papa che conobbe e protesse,  prima ancora di diventare papa, San Francesco, e che seguì la parte più difficile del ‘movimento francescano’ quella che segue la morte del fondatore, e che per un certo periodo ebbe protagonista frate Elia, anche lui conosciuto quando era solo il cardinale Ugolino da Ostia protettore dell’ordine francescano.

La chiesa aveva celebrato qualche anno prima (1215) il concilio Lateranense IV proclamando la transustanziazione che spiega molto bene il catechismo della Chiesa Cattolica: “la conversione di tutta la sostanza del pane nella sostanza del Corpo di Cristo, e di tutta la sostanza del vino nella sostanza del Suo Sangue. Questa conversione si attua nella preghiera eucaristica, mediante l’efficacia della parola di Cristo e dell’azione dello Spirito Santo. Tuttavia, le caratteristiche sensibili del pane e del vino, cioè le «specie eucaristiche», rimangono inalterate.” (CC 1376)

Alatri miracolo eucaristico Chiesa di San PaoloIn questo contesto ad Alatri il miracolo eucaristico avvenuto dopo una profanazione del sacramento architettato da due donne, viene segnalato dal vescovo al Papa che in risposta gli scrive una lettera Fraternitas Tua in cui sostanzialmente si prende atto dell’evento straordinario e si invita ad essere miti nelle punizioni da infliggere, nonostante la gravità dell’atto sacrilego.

Ecco il racconto dell’evento miracoloso nelle parole di un’ artista di Fiuggi 

Claudio Pace Terni 16 Agosto 2015 su Alatri miracolo eucaristico

One Response

  1. Sammy 16/01/2019

Leave a Reply