Armonizzare l'atmosfera

Lettera al 2020 un anno da ricordare

Lettera al 2020

Ho letto tra i tanti post su facebook, quello di una giovane amica pugliese, Maria Alessia De Pinto che ha scritto una letterina al 2020 che mi ha proprio colpito e che con la sua autorizzazione vi riporto in fondo a questa pagina dopo i saluti finali.

Maria Alessia parla di una cosa molto importante delle relazioni, quelle con i parenti, gli amici, i colleghi, che per tante ragioni non si possono approfondire, e che quest’anno invece tra espansione dei collegamenti in rete e chiusure forzate in casa con i pochi e più intimi parenti, genitori, figli, fratelli e sorelle, è stato possibile approfondire, implementare…

Read More…Read More…

Don Alessandro Manzone e Arrigo Amato un ricordo

Don Alessandro Manzone,

recentemente scomparso durante questa seconda ondata di Covid19

e Arrigo Amato.

Uno assistente spirituale e l’altro fondatore

e capogruppo del gruppo di Palermo

del Movimento Carismatico di Assisi

fondato dalla Signora Franca Cornado.

Sono entrambi in cielo, apparentemente lontani da noi,

ma vicini nel mistero della comunione dei santi.

Read More…Read More…

Vale la pena un trend e un leitmotiv

Vale la pena,

è stato un trend di moda i giorni 13 e 14 Ottobre su twitter.

Tutto è incominciato con questo di una non molto nota

ma molto brava influencer twitteriana, Elisa, che quasi ogni giorno ‘feriale’

propone una frase per non twittare sempre di politica o di banalità…

Read More…Read More…

Niente di ciò che soffri andrà perduto

Niente di ciò che soffri andrà perduto – Mistica della vita quotidiana

Sabato 17 Ottobre 2020 alle ore 17.30

alla Domus Pacis di Santa Maria degli Angeli ASSISI PG

la scrittrice Costanza Miriano ha presentato il libro

‘Niente di ciò che soffri andrà perduto – Mistica della vita quotidiana’

Edizioni Sonzogno  (playlist dell’incontro)

Niente di ciò che soffri andrà perduto Costanza Miriano
Costanza Miriano alla misurazione della Febbre prima dell’inizio della presentazione del libro Niente di ciò che soffri andrà perduto

Niente di ciò che soffri andrà perduto

Segue una breve risonanza…

Read More…Read More…

Scuse e perdono La forza di perdonare il male ricevuto

Scuse e perdono

Ho letto l’articolo di Repubblica sulla lettera scritta dalla madre del reo confesso, presunto assassino, dei due giovani di Lecce, con i quali pare abbia convissuto per un certo periodo.

La domanda che potrebbe venire ad un genitore, che fortunatamente non ha vissuto tragedie simili, e che spera di mai viverne, è chi tra i genitori della vittima e  i genitori del carnefice sta vivendo il dolore più grosso?

Read More…Read More…