Armonizzare l'atmosfera

Fra Fabrizio Migliasso testimone di Cristo nell’era cyberteologica

Fra Fabrizio Migliasso testimone di Cristo nell’era cyberteologica

Fra Fabrizio MigliassoFra Fabrizio Migliasso

Domani Pomeriggio Sabato 26 Aprile, come recita  un comunicato semplice del sito ufficiale della Porziuncola, di cui era custode, saranno celebrati i funerali di Fra Fabrizio Migliasso, che come molti sanno combatteva contro un malattia che alla fine purtroppo ha avuto il sopravvento su di lui.

Era stato proprio questo male e la sua situazione di salute l’oggetto di una conversazione, che ho avuto con lui il due settembre dell’anno scorso,  mentre ci recavamo da San Damiano alla sala del vescovado dove entrambi eravamo diretti.  Ho avuto in quella fortunata occasione come la sensazione che fosse il Signore che avesse voluto l’incrociarsi delle nostre strade che si erano incontrate alcune volte in passato a Terni nella parrocchia di Sant’Antonio.
Con molta semplicità e confidenza mi raccontò delle terribili sofferenze passate, delle cure provate  commentando anche il fatto da me ricordatogli, delle tante persone che pregavano per lui, chiedendosi che cosa sarebbe successo di peggio,  se non ci fossero state tante persone a farlo

Read More…Read More…

Papa Francesco Araldo del Vangelo e della Misericordia

Papa Francesco Araldo del Vangelo e della Misericordia

Papa Francesco Araldo
Papa Francesco Araldo del Vangelo e della Misericordia: nella foto la frase che si trova nella prima pagina dell’edizione del Vangelo e degli Atti che oggi ha regalato simbolicamente ai fedeli presenti all’Angelus domenicale.

Papa Francesco Araldo

Oggi all’Angelus di Papa Francesco, c’ero anch’io ed ero felice di esserci. La temperatura a Roma era davvero gradevole, calda ma non ancora torrida, il sole nella piazza era più che tollerabile.

C’era tanta gente ma non ancora la folla che ci sarà tra qualche settimana per i riti della settimana santa né quella che ci sarà il ventisette di Aprile quando ci sarà la storica canonizzazione dei due grandi papa Giovanni.  

Le parole del papa come al solito profonde e incisive, ispirate al Vangelo della domenica di oggi, quello della resurrezione di Lazzaro:

[…] Cristo non si rassegna ai sepolcri che ci siamo costruiti con le nostre scelte di male e di morte, con i nostri sbagli, con i nostri peccati. Lui non si rassegna a questo!Lui ci invita, quasi ci ordina, di uscire dalla tomba in cui i nostri peccati ci hanno sprofondatoCi chiama insistentemente ad uscire dal buio della prigione in cui ci siamo rinchiusi, accontentandoci di una vita falsa, egoistica, mediocre …

Read More…Read More…

Funerali Laici alla defunta Terni Est: Ma è proprio il posto giusto?

Funerali Laici alla Ex Prima Circoscrizione Terni Est: Ma è proprio il posto giusto?

Funerali LaiciFunerali Laici

Leggo sulla stampa locale della destinazione di una stanza della ormai ex circoscrizione est come luogo adibito ai Funerali Laici, di quelle persone cioè che non sono di fede cattolica e che vogliono comunque celebrare un ricordo del defunto che nella sua vita non ha desiderato avere le esequie religiose cattoliche e non vuole la benedizione del prete ma vuole comunque essere ricordato pubblicamente e in luogo pubblico o di persone che appartengono ad altre religioni e che non hanno una sede idonea per celebrare il loro rito, anche loro hanno diritto a ritrovarsi in un luogo prima di andare a seppellire o a cremare il morto. Mi permetto di osservare, che intanto a Terni non c’è ancora la possibilità di cremare i defunti …

Read More…Read More…

Tiburtina Station sconcertanti annunci in inglese

Tiburtina Station sconcertanti annunci in inglese

Tiburtina Station

Tiburtina StationNella Tiburtina Station sconcertanti annunci in inglese con le storpiature dei nomi di città e località italiane. Una cosa inascoltabile. Diceva un pessimista che il peggio non muore mai ed in effetti  forse non si trattava di un pessimista ma soltanto di una persona realista che frequentava la stazione Tiburtina, perché non bastano i treni in ritardo o le assurde soluzioni costruttive  e realizzative di quest’opera costosissima ancora incompleta ma già bisognosa di grossi interventi manutentivi, non bastano questi continui sprechi di danaro pubblico (in 20 anni il gruppo delle ferrovie dello Stato ha assorbito qualcosa come il 12.5% del debito pubblico e qualcuno pretende di difendere il proprio superstipendio!). Non basta tutto questo. Oltre ai continui disagi cui i viaggiatori e soprattutto i pendolari sono sottoposti ci sono anche queste trovate che mortificano l’animo, e che ci fanno vergognare di essere italiani! Infatti l’annuncio dei treni è bilingue ma quando parte quello in inglese i nomi delle nostre amate e bellissime città vengono storpiati (come si può sentire nel video sotto riportato) come fossero pronunciati da un inglese anche un pò spocchioso di quelli che non si preoccuperebbero di chiedersi in quale paese sono capitati. 

Read More…Read More…

Donna grande bellezza da festeggiare sempre

Donna grande bellezza da festeggiare sempre

Donna grande bellezza di Dio Donna grande bellezza

Che piaccia o no alle donne, l’8 Marzo è la festa della donna, e poca importa che la festa sia diventata ormai un #hastag tipo #FestaDellaDonna oppure #8Marzo dove si leggeranno sempre le stesse cose che si dicono sempre e che ognuno esprimerà i soliti contenuti triti e ritriti. Donne arrabbiate della festa che saranno felici solo quando ci sarà  la festa degli uomini, donne invece felici di ricevere la mimosa o anche solo il semplice pensiero di chi si ricorda di loro solo perché è la festa delle donneLa mia posizione è abbastanza neutrale, non amavo molto questa festa per ragioni pratiche. Sono un po’ allergico alle mimose e lavorando per anni in un ufficio adibito ad open space, la presenza delle mimose la percepivo con un certo fastidio. Ricordo infatti di un collega che la mattina dell’8 Marzo, ogni 8 Marzo si presentava con un cartone pieno di piccole mimose e le portava ad ogni collega donna che fosse presente nell’ufficio …

Read More…Read More…