SANTI: Signore Fammi incontrare i santi più santi che ci sono nella terra

SANTI: Signore Fammi incontrare i santi più santi che ci sono nella terra

SantiSanti.  

Preghiera per incontrare i santi

Pubblico nuovamente una pagina del mio blog del  01 Novembre 2011 che si è persa in un  cambio piattaforma.

Quella nel titolo di questa nota è una preghiera, che mi fu insegnata da una donna ‘santa’,

(Franca Cornado) anche se la chiesa non ha ancora iniziato per lei un cammino di canonizzazione,

durante l’ultimo incontro che ebbi con lei a Fano nell’ottobre del 1992.  Chi sono i santi?

Sono tutti coloro che in quanto battezzati, o in desiderio conscio o inconscio del battesimo, sono in cammino verso la loro deificazione, verso la loro realizzazione del loro essere figli di Dio, non per natura, certamente, ma per adozione, una adozione che ha costretto il Verbo a farsi carne e a farsi massacrare la carne da noi uomini, fino all’ultima goccia di sangue e di acqua che era presente nel suo corpo …

Ognissanti

La festa dei santi che la moda di Halloween non può e non deve oscurare, ci deve far riflettere non solo sulle realtà ultime quali il paradiso,

dove appunto i santi vivono la loro visione di Dio, ma sulle realtà attuali,

quali la chiesa che altro non è che una comunione di santi, che pregano, che vivono, che lavorano e offrono le loro azioni l’uno per l’altro.

Quei fratelli e sorelle che hanno lasciato tutto per segregarsi in un convento di clausura, ad esempio, spesso criticati perchè a detta dei loro detrattori dovrebbero impegnarsi nel sociale piuttosto che vivere la parte migliore, per cui sono stati scelti, che è la vita contemplativa, sono in comunione profonda con coloro che vivono la loro fede in prima linea, nelle realtà sociali più diverse delle varie parti del mondo, ma anche con chi vive con semplicità la propria fede nel proprio ambiente di lavoro e nella propria famiglia. Il Cristianesimo, unico monoteismo ad avere un Dio in una comunione profonda di persone, è fatto di santi, in Cielo come in terra. Quando abbiamo la fortuna di incontrarne qualcuno, e di poter condividere con loro qualche esperienza di fede o una semplice preghiera, anche una semplice raccomandazione di preghiera l’uno per l’altro, esultiamo e ringraziamo il Signore che non ci ha fatti per essere soli, per salvarci da soli, ma per essere santi tra i santi. Non è un caso che la lettera ai Filippesi si dopo la sua conclusione,e un Amen,  conserva anche un magnifico

Post Scriptum:

Filippesi 4,18-23

Adesso ho il necessario e anche il superfluo; sono ricolmo dei vostri doni ricevuti da Epafrodìto, che sono un profumo di soave odore, un sacrificio accetto e gradito a Dio.
Il mio Dio, a sua volta, colmerà ogni vostro bisogno secondo la sua ricchezza con magnificenza in Cristo Gesù.
Al Dio e Padre nostro sia gloria nei secoli dei secoli. Amen.

Salutate ciascuno dei santi in Cristo Gesù.
Vi salutano i fratelli che sono con me. Vi salutano tutti i santi, soprattutto quelli della casa di Cesare.
La grazia del Signore Gesù Cristo sia con il vostro spirito

.Dal Salmo. 16(15)

Miktam. Di Davide. Proteggimi, o Dio: in te mi rifugio.  Ho detto a Dio: “Sei tu il mio Signore, senza di te non ho alcun bene”.  Per i santi, che sono sulla terra,  uomini nobili, è tutto il mio amore.

Claudio Pace Terni 1 Nov 2011 Blogger su Santi nella pagina seguente poesia sui Santi

No Responses

Leave a Reply