Armonizzare l'atmosfera

Buon Anno 2015 Sia Lenr e Los per la salvaguardia del creato

Buon Anno 2015 Sia Lenr e Los per la salvaguardia del creato

Buon Anno 2015 Salvaguardia del Creato
Buon Anno 2015 Che sia l’anno della Salvaguardia del Creato del Los e del Lenr. Il Logo Lenr è stato realizzato dal designer Roberto Lancia

Buon Anno 2015

 

Carissimi amici del blog, della rete e del mondo reale,

sta per finire il 2014 e ci godiamo con la fine dell’anno l’atmosfera magica del Natale e delle feste di Capodanno , dello stare accanto alle persone che amiamo, dello scambiarci gli auguri perché il Natale sia davvero un nascere a nuovo AlelluYa.

Mentre tiriamo un bilancio del 2014, guardiamo già verso il futuro prossimo, chiedendo a Dio e alla sua Madre il grande dono della pace, pace sempre in pericolo per colpa dei fondamentalismi e degli egoismi, e soprattutto per il  mettere al primo posto gli interessi personali piuttosto che quelli della collettività, dell’intera umanità.

E così registriamo ancora battaglie interne al laboratorio INFN del carissimo amico dottor Francesco Celani  come prima più di prima, si mette in discussione il suo laboratorio mentre non  solo il Giappone, ancora scottato dal disastro nucleare di Fukushima, compie passi in avanti ma anche gli Stati di Uniti di America, che ha messo le mani sull’Ecat di Andrea Rossi e che tramite Bill Gates forse  sponsorizzerà ricerche Lenr e sul Palladio, l’elemento preferito da uno dei pionieri della ricerca italiana sul Lenr, Ubaldo Mastromatteo, che abbiamo avuto ospite più volte nei nostri convegni a Terni ed ad Assisi per parlare di Lenr e di altro …

[youtube]http://youtu.be/iDwvtFybLEo?list=UUXuJMwimHKo8qB5I1Gg2Ixg[/youtube] Buon Anno 2015 con l’incipit del cantico delle creature in Giapponese

Read More…Read More…

Novum pneumatologico nell’insegnamento degli ultimi Pontefici

Novum pneumatologico nell’insegnamento degli ultimi Pontefici

Novum pneumatologico [youtube]http://youtu.be/GeMHRUoMb0s[/youtube]

Farsi ogni giorno nuovi per entrare nelle novità di Dio,  è la sfida principale per l’uomo di fede, che se vive la sua fede come quella del fratello maggiore della famosa parabola, si trova a vivere e lavorare per il Padre, con il Padre, ma senza capire nemmeno un po’ i sentimenti del Padre, il perché del suo lavorare, del suo stare accanto ad una persona che crede di amare senza sapere invece di amare non la persona per quello che è ma per quello che da, affetto, benessere, sicurezza, …

Sicché quando irrompe un avvenimento ‘nuovo’ e ‘inaspettato’ almeno per lui, perché il Padre chissà da quanto aspettava questo momento, il ritorno del fratello perduto, lui non capisce proprio nulla.

E continua a non capire e chiede spiegazioni, ma non come uno che vuole capire, ma che vuole insegnare, ma insegnare cosa?

Che il desiderio massimo della sua vita è quello di avere un capretto dal padre?

Il fratello maggiore non ha saputo rinnovarsi ogni giorno, non ha saputo scoprire quella persona che aveva accanto dando tutto per scontato, senza fare del nuovo la propria quotidianità, senza orientarsi all’escatologico, al destino finale dell’uomo che sarà quello della deificazione,  del paradiso che sarà un passare di novità in novità per scoprire sempre qualcosa di nuovo in Dio.

Un Dio sempre nuovo, che fa nuove tutte le cose:

<<E Colui che sedeva sul trono disse: “Ecco, io faccio nuove tutte le cose”>> Ap 2,17

Claudio Pace 26 Nov. 2014 Blogger su Novum pneumatologico

A seguire i pensieri sul Novum pneumatologico del beato Papa Paolo Sesto e del Papa San Giovanni Paolo Secondo …

Read More…Read More…

Dialettica dicibile indicibile, essente esistente

Dialettica dicibile indicibile, essente esistente

Dialettica dicibile indicibileDialettica dicibile indicibile

L’Intervento scritto di Carlo Piccioli (Montefranco) al convegno di Assisi Innovazione e Ricerca Scientifica sui sentieri della Materia e dello Spirito

Della dialettica dicibile-indicibile, essente-esistente

Nel flusso delle argomentazioni che in un convegno vengono proposte, chiedo una pausa, così che possa sorgere la domanda.

 La domanda è: Se unico fosse il relatore, giudicheremmo meglio le sue argomentazioni? E se l’uditorio fosse all’oscuro dell’argomento, ovvero tabula rasa in relazione ad esso, come giudicherebbe l’argomentato?

Credo che la risposta possa considerarsi scontata e negativa, nell’un caso come nell’altro.  Di più, nel caso della tabula rasa è da ritenere che neppure in negativo ci si possa esprimere, per la semplice ragione che neppure in questa forma può configurarsi un giudizio: giudicare è raffrontare, porre relazioni, istituire relazioni.

Conoscere, comprendere è infatti un cum-capere, un prendere insieme, un rapportare, legare cosa a cosa: l’elemento A al B. In sostanza, conosciamo A per mezzo di B, in virtù di B. Ma come conosciamo B? B, per converso, lo conosciamo per mezzo di A. Ma questo è un circolo vizioso! Esattamente.

Questa è la conoscenza, conoscere è relazionare, porre relazioni, porre in relazione. E’ ora da chiedersi: il sapere che sa i limiti del conoscere appartiene alla relazione?  …

Read More…Read More…

Programma Convegno Fede Scienza Assisi 28.6.2014

Programma Convegno Fede Scienza Assisi 28.6.2014 Sala della Conciliazione Palazzo dei Priori

Programma Convegno Fede Scienza
Programma Convegno Fede Scienza
Programma Convegno Fede Scienza
Locandina

Programma Convegno Fede Scienza

Relazioni e Locandina cliccare sulle immagini o sulle scritte.

Con il patrocinio del Comune di Assisi.

Hanno promosso il convegno le associazioni:

«Il Presidio, Centro Studi teologico, biblico, pneumatologico»;

Pro Loco Santa Maria Degli Angeli ;

Fondazione Sorella Natura;

Passione Bicicletta;

Centro Studi Malfatti.

Il Programma Convegno Fede Scienza prevede dopo le relazioni la …

Read More…Read More…

Confronto fede scienza per la salvaguardia del creato

Confronto fede scienza per la salvaguardia del creato

Confronto Fede Scienza Locandina-convegno assisi 28 giugno-2014 Confronto Fede Scienza.

Rispondendo ad un invito di Marcello Betti vicepresidente della proloco  di Santa Maria degli Angeli, sarà finalmente realizzato  il confronto fede scienza, il prossimo 28 Giugno ad Assisi, Palazzo dei Priori, Sala della Conciliazione, con un convegno dal titolo:

INNOVAZIONE E RICERCA SUI SENTIERI DELLA MATERIA E DELLO SPIRITO

FEDE E SCIENZA A CONFRONTO PER LA SALVAGUARDIA DEL CREATO

#ConfrontoFedeScienza #SalvaguardiaCreato #Sentieri #MateriaSpirito

 

Il convegno conclude idealmente  un ciclo di convegni iniziati a Terni il 12 Ottobre al CLT in cui si parlò di un passaggio, non ancora avvenuto, ma che potrebbe avvenire molto presto, quello di ottenere energia dal metallo, che come è noto, vedi il caso dell’acciaio, per essere prodotto richiede molta energia. Un’ energia che deve essere prodotta seguendo un’ etica,  che richiede un confronto sui principi di condivisione delle risorse e di rispetto dell’ambiente che non possono più essere messi da parte privilegiando solo il principio del massimo guadagno di pochi.

Energia che  non può nemmeno essere condizionata dal cosiddetto complesso del Nimby (Not In My Back Yard “Non nel mio cortile”) privilegiando di fatto le produzioni tradizionali come quella fossile, che inquina ovunque  ma non nel mio giardino, e ostacolandone altre, per esempio quella geotermica, che è una forma di energia pulita se fatta, come oggi avviene,  secondo rigorosi principi tecnici ed etici.  

Questa volta però la sede , dove terremo questo confronto fede  scienza è Assisi, ed il motivo c’è, …

Read More…Read More…