Armonizzare l'atmosfera

Tortorelle e pulcini a Santa Maria degli Angeli tra Tradizione, Fonti e Bibbia

Tortorelle e pulcini a Santa Maria degli Angeli tra Tradizione, Fonti e Bibbia

Tortorelle e pulcini

Guardate bene le prime sequenze di questo breve filmato…

Non avete notato un pulcino?

Probabilmente si sta nutrendo o cerca di nutrirsi con una secrezione prodotta da una ghiandola presente nel gozzo della tortorella.

Sono l’attrazione di tutti quelli che entrano nel Roseto, che, specie se è la prima volta, rimangono meravigliati di vedere vive quelle tortorelle

che la tradizione vuole siano li da quando San Francesco le ricevette in dono da un bambino.

San Francesco le accolse in convento per poi mandarle nel mondo come messaggere di pace.

Tortore e bibbia

Nella Bibbia le tortore, non casualmente una ‘coppia‘ di tortore, sono l’oggetto indicato dalla Torah per i poveri,

per potere fare il loro sacrificio espiatorio, anche nel caso della nascita di un primogenito.

Ciò diede luogo ad una bella pagina del Vangelo delle origini, in cui Giuseppe e Maria,

pur in fin dei conti non dovendo, eseguono alla perfezione la legge del Signore …

Ma non è solo riscatto la tortora, la sua voce, rappresenta anche l’amore,

e per questo senso che Francesco la volle nel convento dei frati.

Tortorelle e pulcini
Nella foto in evidenza il piccolo pulcino accanto alla tortorella sopra la statua di San Francesco

Nella Cantica infatti  il diletto alla sua amata dice:

“Alzati, amica mia,
mia bella, e vieni!
Perché, ecco, l’inverno è passato,
è cessata la pioggia, se n’è andata;
i fiori sono apparsi nei campi,
il tempo del canto è tornato
e la voce della tortora ancora si fa sentire
nella nostra campagna. ”

Non toccate le tortorelle

Insomma queste Tortorelle al Roseto di Santa Maria degli  Angeli sono molto più che un fatto estetico,

sono un invito alla contemplazione e alla riflessione sul mistero dell’amore!

Giusto l’invito dei frati a non toccarle, per non disturbarle, ma nulla vieta di farsi toccare il cuore da loro

dal loro messaggio di amore e di … pace.

Terni 5 Luglio 2019 Claudio Pace su Tortorelle e pulcini nel Roseto di  Santa Maria degli Angeli ad Assisi

Cosmo Oliva l’amicizia in Santa Maria degli Angeli e nei luoghi di San Francesco

Cosmo Oliva l’amicizia in Santa Maria degli Angeli e nei luoghi di San Francesco

Cosmo Oliva

I social dove Cosmo Oliva bazzicava parecchio sono pieni di persone che lo conoscevano, direttamente o indirettamente,

attraverso le sue testimonianze e le sue poesie che spesso pubblicava su facebook.

Ma io Cosmo Oliva ho avuto davvero il piacere di conoscerlo realmente oltre che virtualmente, da qualche anno,

in uno dei convegni organizzati alla sala delle fonti medicee ad Assisi.

Sempre presente attivamente ai convegni di scienza e fede

Sì perché Cosmo Oliva, insegnante in pensione, era musicista e poeta, ma poeta sul serio rispettando le regole delle rime e degli endecasillibi

e soprattutto esprimendo nelle poesie tutti i suoi sentimenti e il suo percorso di ricerca di Dio e della Sua Parola.

Percorso che negli ultimi tempi ha condiviso con noi che solo da poco abbiamo deciso di sentirci anche in un gruppo fb ‘Assisi nel Vento’,

nome preso dopo l’omonimo convegno del 13 Maggio scorso, del quale Cosmo Oliva fu un partecipante attivo ed entusiasta.

Già, sempre disponibile ad accompagnare l’assemblea nei canti oppure

ad ‘accompagnare’ l’anziano padre Niccacci dall’infermeria di Santa Maria Degli Angeli alla Domus laetitiae e dalla Domus laetitiae all’infermeria.

Anche al convegno di Greccio sulla Diaconia Angelica Cosmo Oliva fu ben contento di accompagnare con la sua nuova auto ibrida

non solo frate Niccacci ma anche l’altro relatore Francesco Bindella, da Assisi a Greccio, da Greccio ad Assisi, in una torrida giornata estiva.

Senza il suo prezioso contributo sarebbe stato difficile vivere quella bellissima giornata dedicata al servizio degli Angeli,

assai contenti di servire quelli che servono Dio nel prossimo, come faceva Cosmo con tanta umiltà e delicatezza.

Io Sono

Cosmo Oliva

Il Convegno Giubilare del 25 Giugno 2016  ‘Io Sono Festa della Mia Parola, Carismi e Scienza per la difesa del Creato’

celebrato alla sala blu di Assisi, dopo la Messa animata dalla sua musica nella Cappella dell’Eucarestia di San Rufino,

iniziò con una sua poesia sul Roveto, che non volle leggere personalmente ma far leggere alla moglie Giuliana.

In questa pagina il filmato della recita e il testo della poesia http://www.claudiopace.it/roveto-ardente/

Cosmo Oliva, il saluto finale in Santa Maria degli Angeli

E il nome di Dio nel Roveto ‘IO SONO’ mi riporta al funerale di ieri 21 Ottobre, celebrato nella nostra cara Basilica di Santa Maria degli Angeli,

perché non credo sia solo un caso che il coro ha iniziato la liturgia con il nome divino cantando ‘Io Sono la resurrezione e la vita’.

Già li ieri l’abbiamo salutato in tanti ed io che aspettavo l’inizio della celebrazione nella Porziuncola,

ignaro della consuetudine di far passare il corteo funebre dalla cappellina, me lo sono trovato davanti come l’amico di sempre.

Dentro di me ripetevo, ‘Credo nella resurrezione della carne’, perché credo infatti che risorgeremo con la carne e che quella gioia conviviale

che abbiamo vissuto a pranzo a casa sua o in uno dei locali di Assisi o di Greccio, la rivivremo in Cielo dove il nostro gaudio

sarà di passare di novità in novità, di scoprire sempre cose nuove su quel Dio che abbiamo cercato già su questa terra anche con lo studio.

Già perché lo studio delle cose di Dio, è già Amore di Dio, è sempre Amore di Dio,

e quegli sforzi sinceri di utilizzare la nostra piccola mente e il nostro piccolo cuore in questa vita terrena

per approfondire la Sapienza di Dio, la Sua Parola, saranno moltiplicati nell’eternità come nella parabola dei talenti.

Saluti Commossi

Altro non aggiungo, se non la commozione del saluto fatto alla moglie Giuliana,

che ci ha tenuto a descrivermi la lucidità di Cosmo nel ricevere per l’ultima volta i sacramenti

e a Patrizia Buini, colpita dal dolore immenso per l’improvvisa scomparsa del fratello Roberto,

ma già presente e vicina al dolore dei familiari di Cosmo Oliva.

San Francesco ci ha insegnato a chiamarla sorella morte e a temere piuttosto la seconda morte

quella che non farà alcun male a chi nella vita ha fatto ‘le sue santissime volontà’,

ma quanto è dura incontrarla nel nostro cammino e vederla portarsi via le persone che amiamo!

Claudio Pace Terni 22 Ottobre Festa di Santa Cecilia patrona dei musicisti

Luce Immacolata Voce Immacolata Carne Immacolata l’omaggio del sole e delle Creature a Santa Maria Regina Degli Angeli

Giovanni è il Suo Nome Io Sono Festa della Mia Parola 15 Luglio 2017 Ore 10 Mondadori Point Santa Maria degli Angeli ASSISI PG

Giovanni è il Suo Nome Io Sono Festa della Mia Parola 15 Luglio 2017 Ore 10 Mondadori Point Santa Maria degli Angeli ASSISI PG

Giovanni è il suo nome

 

 

Giovanni è il suo Nome
Clicca Qui per il video della relazione su Giovanni Battista e Qui per il video della relazione su Giovanni Apostolo. Clicca QUI per visualizzare l’evento su Facebook e QUI per visualizzare l’evento su Google+ Per la Mappa del luogo dell’incontro clicca QUI

Read More…Read More…

Acqua Viva Naturale “L’Acqua e i Sistemi Biologici” Il contributo di Ubaldo Mastromatteo al Convegno di Santa Maria degli Angeli

Acqua Viva Naturale  “L’Acqua e i Sistemi Biologici” Il contributo di Ubaldo Mastromatteo al Convegno di Santa Maria degli Angeli

Acqua Viva Naturale

Premessa

Il ruolo dell’acqua nei sistemi biologici è noto da sempre.

Meno noto, almeno per i non addetti ai lavori, è il ruolo cruciale dell’acqua nei processi industriali, in particolare nella realizzazione di sistemi complessi dove le dimensioni dei componenti, si avvicinano alle dimensioni minime dei sistemi biologici, come ad esempio in tecnologie per la fabbricazione di microchip in silicio.

Read More…Read More…

Venere Lunatica e previsioni sismiche dal cielo di Santa Maria degli Angeli

Venere Lunatica e previsioni sismiche dal cielo di Santa Maria degli Angeli

Venere Lunatica

Mentre discutevano accanitamente in rete di precursori sismici e di possibili cause astrali della preoccupante scossa di inizio anno in Provincia di Perugia, terremoto di magnitudo 4.1 tra Trevi e Spoleto, l’amico angelano Cosmo Oliva pubblica su Facebook questa bella poesia che riporto in fondo.

Bollettino Sismico

Read More…Read More…