Armonizzare l'atmosfera

Originali dalla nascita alla morte il messaggio di Carlo Acutis si diffonde…

Originali dalla nascita alla morte il messaggio di Carlo Acutis si diffonde…

Originali
Originali non fotocopie l’immagine di un santo “Alter Christus” raffigurato nelle pareti del santuario della Spogliazione ad Assisi. “La santità è apparsa più che mai la dimensione che meglio esprime il mistero della Chiesa. Messaggio eloquente che non ha bisogno di parole, essa rappresenta al vivo il volto di Cristo.” San Giovanni Paolo II Novo Millenio Ineunte

Traslazione del corpo di Carlo Acutis 6 4 2019 Io c’ero!

Read More…Read More…

Carlo Acutis Servo di Dio Santa Messa ad Assisi al santuario della Spogliazione Giovedì 12 Ottobre 2017 ore 18.30

Carlo Acutis Servo di Dio Santa Messa ad Assisi al santuario della Spogliazione Giovedì 12 Ottobre 2017 ore 18.30

Carlo Acutis Servo Di Dio
Clicca Qui per l’evento FB Qui per i parcheggi per raggiungere Assisi Centro
Clicca Qui per le indicazione sul luogo della Spogliazione presso il Vescovado di Assisi

Carlo Acutis Servo di Dio
http://www.carloacutis.com/

Il Vescovo di Assisi, mons. Domenico Sorrentino ha celebrato la Santa Messa,

per l’anniversario della nascita al cielo di Carlo Acutis, servo di Dio nella diocesi di Milano,

al Santuario della Spogliazione di Assisi  che prende il nome dal luogo

dove San Francesco si spogliò nudo davanti alla sua famiglia

e alla sua comunità civile ed ecclesiale che avrebbe dovuto giudicarlo come pazzo o eretico.

E il Vescovo Guido invece, con un gesto decisamente profetico, lanciandogli il suo mantello

lo giudicò  ispirato dallo Spirito Santo e lo incoraggiò e presentò al papa del tempo come un uomo di Dio.

La Spogliazione è anche un gesto liturgico che il celebrante compie il giovedì santo spogliando la tovaglia di tutto

lasciandola nuda per i riti del Venerdì santo ma è soprattutto il significato più profondo dell’azione di Cristo Gesù

il quale, pur essendo di natura divina, non considerò un tesoro geloso la sua uguaglianza con Dio; 
ma spogliò se stesso, assumendo la condizione di servo e divenendo simile agli uomini; apparso in forma umana, 
umiliò se stesso facendosi obbediente fino alla morte e alla morte di croce. 
Per questo Dio l’ha esaltato e gli ha dato il nome che è al di sopra di ogni altro nome; 
perché nel nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi nei cieli, sulla terra e sotto terra; 
e ogni lingua proclami che Gesù Cristo è il Signore, a gloria di Dio Padre.   Fil 2-6-11

Carlo Acutis Servo di Dio e la spogliazione dai falsi modelli di bene

Chi ha conosciuto la vita di Carlo Acutis servo di Dio,

perché suo familiare o amico, o perché ne ha sentito parlare, non può che riconoscere

che essa fu una spogliazione, una Kenosi, dalle banalità del mondo,

dalla voglia di essere fotocopia di falsi modelli originali,

con il solo desiderio di essere una copia autentica di Gesù Cristo,

da far conoscere al mondo anche con i moderni mezzi della comunicazione

nella verità, nella grandezza dei miracoli eucaristici e le apparizioni mariane

che sono segni importanti, grazie di Dio enormi ma così poco conosciute …

Vigilia del Centenario dell’Ultima Apparizione di Fatima

Il Santuario della Spogliazione dove è stata celebrata la Messa,

è anche un santuario mariano, essendo la chiesa dedicata a Santa Maria Maggiore,

e felice coincidenza la Santa Messa sarà celebrata alla vigilia del centenario

dell’Ultima Apparizione di Fatima, quella dove avvenne il miracolo del Sole il 13 di Ottobre del 1917.

Carlo Acutis, come raccontava la sua mamma, proprio ad Assisi il 13 Maggio di quest’anno,

era assai devoto della Madonna di Fatima e non a caso proprio a Fatima

la foto di Carlo Acutis Servo di Dio è stata messa accanto a quella dei pastorelli.

Claudio Pace su Carlo Acutis Servo di Dio

Clicca QUI per la testimonianza della Mamma di Carlo Acutis a Fatima

Clicca QUI per la seconda parte della testimonianza della Mamma di Carlo Acutis a Fatima

Clicca QUI per visualizzare l’intera play list del convegno celebrato ad Assisi, Assisi nel Vento,

il 13 Maggio per il centenario delle apparizioni della Madonna a Fatima

Clicca QUI per visualizzare i filmati di Carlo Acutis su you tube

Il Sito Ufficiale di Carlo Acutis: http://www.carloacutis.com/

Internet Patron Carlo Acutis a movie and witness on the Art Center in terni

Internet Patron Carlo Acutis a movie and witness on the art center in terni

Internet Patron

St. Peter and St. Paul are the patrons of Rome, St. Ambrose is the patron saint of Milan, Valentine of Terni … but Internet, a large city as the whole world is, hasn’t a patron.

It looks like that an high Vatican prelate wants to fill this gap, proposing the venerable Carlo Acutis as patron of the Internet!

Read More…Read More…

Ognissanti festa della vita e della felicità

Ognissanti festa della vita e della felicità

Ognissanti

La prima spiegazione della festa odierna di Ognissanti me la diede l’anziana catechista della mia parrocchia, la Regina Pacis di Palermo, che la definì come la festa di tutti i santi che non sono ‘segnati’ nel calendario e che pertanto se non si fosse trovato il proprio santo nel calendario, Ognissanti sarebbe stato il giorno giusto per festeggiare il proprio onomastico.

Stiamo parlando degli anni sessanta, in cui ancora il concetto di santità era molto legato alla scelta religiosa, i santi sposati a parte la Madonna, gli apostoli e necessariamente qualcuno tra i primi martiri cristiani erano ben pochi ma specie tra le donne erano quelle che non volevano  accettare le nozze forzate per amore di Cristo e che per questo trovavano il martirio per il quale erano esaltate.

Mi pare che ci sia solo un caso di una martire che si sposa e che riesce a conquistare alla fede il marito pagano con cui trova comunque la palma del martirio ma con il coniuge convertito.

Giusto santa Monica, la madre che con le sue lacrime conquistò la conversione del suo figlio Agostino e poi solo papi, vescovi, frati e suore che forse nell’immaginario collettivo sarebbero stati nei posti più alti del paradiso, agli altri giusto un biglietto per qualche posto lontano, da dove si può vedere Dio ma insomma non cosi come lo vedono gli altri.

Read More…Read More…