Mare mostrum o mare nostrum, pietismo o pietà?

Mare mostrum o mare nostrum, pietismo o pietà?

Mare mostrum Europa Fritta

Mare mostrum  l’Europa ci ha ignorato, continuerà a farlo?

Mare mostrum

Pubblico quasi integralmente, anche se non le condivido, le riflessioni del generale Aldebrano Micheli sull’operazione “Mare Nostrum“, sperando di suscitare un dibattito  sulle prospettive,  anche etiche, in considerazione del fatto che ‘l’eccesso di bene, il meglio, rischia di fare più danno del bene stesso.  

Il sapere che ci sono navi della marina militare italiana che non solo accolgono ma cercano i barconi dei disperati, ha invogliato più persone a cercare l’avventura in mare con la speranza di arrivare in quel paradiso chiamato Europa?

Creando nei fatti, oltre che costi e disagi per gli Italiani, più morti nel mar mostrum tra gli immigrati stessi? Senza considerare quelli che non arrivano perché ridotti in schiavitù, uccisi o morti per strada di cui nessuno conosce il numero.

Che gli immigrati siano potenziali terroristi poi e che siano tutti musulmani è tutto da dimostrare, certo è che il fuoco di guerra accesso nel Mar Mostrum dal Nord Iraq alla Libia, e i numerosi focolai di guerra, di terrore e fame presenti in tutta l’Africa rende questo flusso di persone continuo e la fine dell’operazione mar nostrum probabilmente non le diminuirà. 

Di fronte ad un problema così drammatico l’Europa pare smetterà di lasciarci friggere nel nostro brodo anche se  un mar nostrum by Frontex  forse non cambierà di molto le cose. 

Claudio Pace Terni 26 Agosto 2014 sul Mar Mostrum

 Seguono le riflessioni del Generale Aldebrano Micheli   ….

Mare Mostrum

Mare Mostrum, un ponte verso la speranza di una vita migliore o un miraggio?

L’opinione pubblica è convinta che andiamo in mare per salvare tanta povera gente che scappa dalla guerra.

Facciamo un po’ un’analisi diversa e vediamo se i conti tornano:
 
– chissà come mai, tutto il mondo arabo e’ in fermento e i governi moderati stanno crollando per lasciare posto agli estremisti religiosi. Il che avviene,  quasi dietro un disegno della stessa regia, contemporaneamente, in posti geograficamente distanti.
La parola d’ordine e’ sempre la stessa:   ” morte agli infedeli!
 
– nello stesso momento, un fiume di gente attraversa il mare per venire in europa.
Caso strano, sono tutti giovani, neri, musulmani e ogni tanto qualche donna (possibilmente incinta) e qualche bambino. La presenza delle donne e dei bambini è significativa perché commuove l’opinione pubblica ed è rassicurante, distoglie l’attenzione.
 
Ora poniamoci alcune domande:
 
– dove hanno trovato i soldi per pagare il viaggio queste persone che a casa cioè al massimo nel tucul (…) avranno forse una capra (hanno fatto un mutuo in una banca di Tripoli ?);
– come mai sono dotati di costosi cellulari gps?;
– perché continuiamo a parlare di profughi, quando la maggioranza sono neri del centro Africa?
– e sopratutto, cosa ne faremo ?
 
Cosa faranno, loro, lo sanno benissimo!
Lo sbarco in Normandia è stato niente: questa è l’invasione. Arrivano, sono decine di migliaia, prendono possesso del territorio, si insinuano nella nostra societa’ silenziosamente, ci imparano, non temono le nostre leggi perche’ non ci sono, sono prepotenti perché sanno che non si reagisce………………
Ci stiamo suicidando. La maggior parte dei nostri figli che sono riusciti ad avere qualche esperienza come operai, non hanno mai guadagnato i soldi che lo Stato Italiano spende per questi diversamente pigmentati
Quei bambini, tanto teneri che vediamo scendere dalle nostre navi, fra dieci anni saranno in grado di imbracciare un fucile, ma non ci si pensa; la loro religione prevede la decapitazione per chi si converte ad altra religione ed obbliga gli adepti a convertire gli altri; significa che se un islamico è in mezzo a milioni di cristiani infedeli il suo compito è convertirli tutti all’islam! E noi parliamo di integrarli! roba da deficienti quintessenziali!
 
L’Europa ride di noi e noi siamo convinti di essere dei bravi cristiani, ospitali ed altruisti. Il figlio di mia nipote, non festeggerà il Natale ma osserverà il ramadam.
San Pietro sara’ la piu’ grande moschea d’Europa ed il campanile di San Marco diventera’ un minareto.
 
Alfano, tutto fiero, ha detto che ci meritiamo il Nobel per l’accoglienza … ma …
Generale Aldebrano Micheli sul Mare Mostrum

No Responses

Leave a Reply