Laudato sii mi Signore, per tutto lo amore …

Laudato sii mi Signore, per tutto lo amore …

Laudato Sii Mi SignoreLaudato sii mi Signore, per tutto lo amore

che hai profuso nel tempo e nello spazio,

 nella materia e nello spirito,

e nel Suo Pensiero quando ti sei reso conto

che il Suo Desiderio di amore voleva una prova

una prova d’amore perfetto, che sapesse vincere la Vostra Perfezione.

 

Laudato sii mi Signore perché hai penetrato il Suo Pensiero,

che voleva ma non imponeva,

che chiedeva ma attendeva,

e ti facesti uomo, e ti facesti creatura

nella prima delle creature concepita dal vostro amore

per la quale faceste l’intero creato e lo destinaste alla stessa vostra gloria.

Laudato Sii Mi Signore 0Laudato sii mi Signore perché avreste potuto rimanere soli,

avevate tutto e non avevate bisogno di nulla,

avevate però un capriccio,

un desiderio che bruciava infinitamente di più

di quando noi uomini abbiamo i nostri capricci, i nostri desideri.

 

Laudato sii mi Signore per la Madre che è il primo capriccio di Dio

e l’Uomo che è il capriccio della Madre

e il creato, lo spazio e il tempo,

e le infinite meraviglie dell’infinitamente piccolo

e dell’infinitamente grande sono ciò che è necessario

perché il sogno vostro  si realizzasse

e l’amore trovasse nuovo combustibile per bruciare di più.

 

Laudato sii mi Signore perché sono il piccolo essere che sono

e come da una finestra piccola, 

come è quella della mente e del cuore di un uomo,

per un brevissimo istante di tempo che è la mia vita, che non è ancora finita,

mi hai fatto non solo capire ma vivere,

e respirare e partecipare a questo tuo capolavoro

a questo tuo delirio, delirio di amore.

 

Laudato sii mi Signore,

perché mi hai fatto togliere le scarpe e calpestare il luogo sacro,

dove il roveto brucia senza mai estinguersi,

come il Vostro Eterno Amore,

il luogo che hai reso ancor più sacro

perché in esso hai iniziato a far vibrare ed echeggiare

il Vostro Santo Nome: Io_Sono Colui_Che Io_Sono. 

 

Laudato sii mi Signore, perché così non ti è bastato

ma la terra hai annaffiato con il Sangue e l’Acqua

che dal Santo Costato squarciato fecondarono l’arido suolo,

rendendo ancor più sacra la polvere

che i miei piedi, indegnamente, stanno calpestando

e calpestano ancora per un brevissimo tempo che è,

questa vita.

 

E poi sarà, per corrispondenza alla  Misericordia,

Resurrezione, Deificazione, diventando l’Eco perenne del Suo Nome:

Io Sonooooooooo …

 

Claudio Pace Blogger Terni 14 Giugno 2015 su Laudato sii mi Signore

 

No Responses

Leave a Reply