Degrado estivo a Terni tra vasche e tartarughe non autoctone

Degrado estivo a Terni tra vasche e tartarughe non autoctone

Degrado estivo

Credo che sia sufficiente fare un giro della città e dei giardini o le aree verdi di Terni, per rendersi conto che il livello di degrado del decoro urbano a Terni si stia pericolosamente innalzando.

Degrado Estivo 1

Degrado Estivo La vasca sul lungo nera si trova quasi davanti ad un noto bar cittadino

E lasciamo perdere per un momento le periferie, che da quando sono morte le circoscrizioni si sentono ancora più abbandonate, ma anche passeggiando per il centro non è che la situazione sia idilliaca anche se bisogna ammettere qualcuno ci mette del suo per rendere alla pubblica amministrazione il compito ancora più difficile.

Per esempio l’acquisto di specie non autoctone come le tartarughe asiatiche, che sono così piccole e carine quando si vedono nei mercatini  ma che dopo un po’ crescono, e vanno alimentate, accudite e hanno bisogno del loro ambiente naturale che a casa nostra non possiamo offrire.

Cosa fare allora?

Degrado Estivo 3

Degrado Estivo: Un particolare di una vasca della passeggiata di Terni

Abbandonarle alla passeggiata nell’unico pezzo di verde con animali che si trova nella città?

Niente di più sbagliato.

E’ vero che prima o poi qualcuno incaricato del comune sarà costretto poi a rintracciarle e portarle altrove, a spese delle già esauste casse comunali ( esauste per i servizi meno forse per i premi dei dirigenti a quanto si legge nelle polemiche estive riportate nella stampa locale) ma non è questa la soluzione.

Un consiglio da dare a tutti è di non comprarle e non abbandonarle, ma certo il comune potrebbe fare una ordinanza con cui proibisca di vendere ( e di abbandonare) specie non autoctone come le tartarughe asiatiche e simili nel proprio territorio facendo applicare le leggi e i regolamenti nazionali e regionali esistenti, ma nel contempo potrebbe offrire un servizio di raccolta di queste specie un po’ come si fa per i rifiuti ingombranti o quanto meno spieghi alla gente cosa deve fare.

Poi c’è il problema delle vasche e della loro pulizia, ma non è il caso forse, in attesa di tempi migliori, di svuotarle se non si può provvedere ad un ricambio d’acqua e una manutenzione che garantisca un minimo di igiene e di decoro pubblico?

Certo che la disinfestazione delle zanzare che viene operata in un ambiente così degradato rischia di apparire davvero inefficace, spreco su spreco, come tenere un frigo aperto in una stanza illudendosi di raffreddarla e invece si ottiene come unico effetto un ulteriore riscaldamento dell’ambiente a causa del motore elettrico: Prima pulire e mantenere pulito poi disinfestare!

Claudio Pace Blogger Terni 18 Luglio 2015 su Degrado Estivo


Un breve filmato di tre estati fa ma sempreattuale 🙁

Degrado Estivo 2

Degrado Estivo: Non è solo colpa dell’amministrazione, purtroppo qualcuno usa la vasca come un cestino

 

Leave a Reply