Pesco Fiorito e l’Euforia dell’amore in primavera

Pesco Fiorito e l’Euforia dell’amore in primavera

Pesco Fiorito

Quando il vento risuona nelle spoglie strade d’inverno,

quando il sole rischiara un cielo nuvoloso,

quando il semaforo segna di nuovo il verde nella direzione scelta,

allora ti cerco, ti penso, ti amo.

Danzo con le braccia aperte, in preda ad una euforia d’amore.

Tu esisti, perché Chi è, ha voluto che tu fossi e tu sei e sei per me.

Il tuo respiro è il mio respiro.

I tuoi affetti sono i miei affetti.

I tuoi desideri sono i miei desideri.

Il tuo cuore è il mio cuore.

Pesco Fiorito

Pesco Fiorito o Mandorlo fiorito. Quest’albero è un ibrido, i suoi frutti sono come delle grosse mandorle, molto dure e resistenti. Si trova nel parcheggio di via Trevi e ogni primavera da spettacolo con la sua fioritura.

Nel mio giardino vi è un pesco fiorito, ogni ramo è coperto di fiori,

se non gela chissà, quanti frutti porterà.

Navighiamo insieme nel Cuore, spinti da un Soffio di Vento.

Il Vento viene e va, ora smorza, ora si fa impetuoso,

ora cessa del tutto, ora riprende con una raffica che sembra non terminare mai.

Danziamo con le braccia aperte, in preda ad una Euforia D’Amore.

Sorgi, sorgi  Sole,

il mondo ti aspetta ha bisogno della tua luce.

Sorgi, sorgi Zefiro,

fa spuntare qui e lì germogli di fiore.

Sorgi, sorgi, sorgi.

Nel mio giardino vi è un pesco fiorito, ogni ramo è coperto di fiori,

se non gela, chissà quanti frutti porterà.

Nel mio giardino c’è un seme nascosto.

Claudio Pace Terni 3 Settembre 1996 su Pesco Fiorito e l’Euforia dell’Amore in primavera

Pesco Fiorito testo

Pesco Fiorito. Anche questa poesia, scritta nel lontano 1996 è venuta fuori tra le mie carte. Si intona bene con queste invernali giornate di primavera, umide ma non fredde, piovose ma non tetre.

 

Leave a Reply