Madre Speranza e il chicco di frumento che muore

Madre Speranza e il chicco di frumento che muore

Madre Speranza Madre Speranza

Con le parole di Papa Francesco all’Angelus di oggi  si conclude il ‘rito’ di beatificazione di Madre Speranza, la Beata Madre Speranza che è stata elevata all’onore degli altari ieri 31 Maggio 2014 a Collevalenza:

Ieri, a Collevalenza, è stata proclamata Beata Madre Speranza, nata in Spagna col nome di María Josefa Alhama Valera, fondatrice in Italia delle Ancelle e dei Figli dell’Amore Misericordioso. La sua testimonianza aiuti la Chiesa ad annunciare dappertutto, con gesti concreti e quotidiani, l’infinita misericordia del Padre celeste per ogni persona. Salutiamo tutti, con un applauso, la Beata Madre Speranza!

Al minuto 15.08 del seguente filmato l’intervento di Papa Francesco, breve ma intenso ed efficace:

 

Madre Speranza Tomba con versetto vangeloIeri i tanti pellegrini che hanno visitato la tomba di Madre Speranza nella cripta di Collevalenza hanno letto questo semplice cartello con una frase del Vangelo di Giovanni (Gv,12,14):

– Se il chicco di Frumento caduto in terra non muore rimane solo se invece muore produce  molto frutto.

Credo che questa frase che molti fedeli (compreso il sottoscritto) hanno meditato mentre pregavano alla tomba della madre Speranza, sia stata la sintesi più felice non solo di una giornata ma di una vita spesa per gli altri, in un secolo che ha visto l’odio tra gli uomini come mai si era visto nei precedenti secoli, con lo scoppio di ben due guerre mondiali che adesso leggiamo nei libri di storia, ma che le persone come  Madre Speranza e le sue compagne hanno vissuto  esercitando una intensa carità per le molte persone bisognose di tutto ma soprattutto bisognose di chi sa fare tutto per amore, todo por amor. 

Un amore capace di fare i miracoli, come quello della moltiplicazione del cibo, quel famoso pranzo di Natale nella Roma affamata, ricordato nell’Omelia, dove invece di centocinquanta poveri invitati con un bigliettino si sono presentate centinaia e centinaia di persone bisognose che hanno ricevuto la loro porzione di cibo abbondante senza che questo mai diminuisse di livello nella pentola dove solo una piccola parte di quello che è stato consumato era presente: L’amore talvolta supera le stesse leggi della fisica che l’Amore ha voluto per amore …

Adesso la festa della beatificazione di Madre Speranza è finita, chissà forse presto ce ne sarà una dove la beata sarà dichiarata santa, la canonizzazione, ma quello che importa veramente è accogliere l’invito di Madre Speranza a fare tutto per amore, a diventare come quel seme che caduto per terra, muore al proprio egoismo, alla schiavitù di mettere l’Io al primo, posto, per produrre molto frutto che è appunto l’amore,  che ci trasforma in Amore come è già accaduto a Madre Speranza e come potrà accadere a ognuno di noi se cominciamo a fare todo por amor.

Claudio Pace Blogger Terni 1 Giugno 2014 su Madre Speranza

 

 

No Responses

Leave a Reply