Armonizzare l'atmosfera

Girao Girao Girao la danza delle ore e dell’eternità

Girao Girao Girao la danza delle ore e dell’eternità

girao girao girao Manera Mogol Pace 22 09 2012
Girao girao girao: una foto di Alma Manera del Settembre del 2012, accanto al sottoscritto e ad un grande amico di Don Pierino Gelmini, Giulio Rapetti  in arte Mogol.

Girao Girao Girao

Quando don Ezio Miceli ha presentato la canzone di  Alma Manera durante l’ultima festa “Pane, Mortadella e Mela”, la prima con una nuova presenza di Don Pierino nella sua Comunità Incontro a Molino Silla, ha ritenuto giustificare quasi, il momento di allegria che la voce di Alma avrebbe trasmesso, con un richiamo ad una lunga tradizione della festa, in cui su richiesta di papà Pierino, Alma cantava uno, due, alle volte anche più pezzi allietando Don Pierino, i ragazzi di Molino Silla  e tutti gli ospiti presenti alla festa.

E in effetti la canzone di Alma era davvero allegra, e solo apparentemente non in armonia con i discorsi seri, talvolta commossi dei responsabili della comunità e dei loro più stretti collaboratori.

Eppure pensandoci bene la canzone di Alma, “Girao Girao Girao” ha espresso forse meglio di tante parole sia l’operato di Don Pierino che ha davvero girato ogni parte del mondo per diffondere la sua opera di autentica carità, sia il paradiso, le praterie celeste che sono fatte apposta per girare, per percorrerle in lungo e in largo,  e danzare per ore e ore davanti all’Altissimo, non senza fermarsi però ogni tanto per ricordarsi dell’opera fondata e assistere tutti coloro che in questa opera sono stati chiamati ad impegnarsi ed hanno risposto positivamente a questa chiamata. [youtube]http://youtu.be/sMFVj40q6rI[/youtube]

Girao Girao GiraoSignificative tutte le immagini del filmato, la persona, che legge il giornale e che attratta dalla musica comincia a danzare, è il prototipo di tutti coloro che vivono solo di notizie, dai giornali, dai tg, desiderano sempre sapere qualcosa per riempire la loro anima, senza mai svuotarla per fare posto alla musica, alla danza, alla lode di Dio, al servizio degli altri … 

Cosi pure i due amici tristi, uno che suona melanconico e male il suo strumento musicale, l’altro che assapora annoiato un dolcetto senza provare altro che tristezza, ritrovano danzando l’allegria e la strada giusta da percorrere.

E ancora la coppia che discute e litiga per nulla che finalmente nella danza riesce a baciarsi ed amarsi veramente, e la ragazza che abbraccia il suo fidanzato guardando internet e i ragazzi tutti intenti a chattare o a giocare con i loro aggeggi tanto inutili quanto alienanti vedendo la danza di Alma, finalmente anche loro ballano e girano.

Ma non è stata così la vita di Don Pierino, cosi come quella di Madre Teresa, di San Josemaria, di San Francesco o di altri fondatori che con la loro musica, con la loro danza hanno chiamato altri a danzare veramente nella loro vita?

Roberto Rossellini ha immortalato in un film, Francesco Giullare di Dio, quell’episodio della vita di San Francesco in cui decide di mandare i suoi fratelli in varie parti del mondo.

Per capire dove, prima di andare, ciascun frate deve girare fino a cadere e cosi scoprire la sua giusta direzione, il luogo dove lo Spirito Santo vuole mandarlo per portare l’amore di Dio. 

 [youtube]https://www.youtube.com/watch?v=TqDnLqGJQjs#t=443[/youtube]

Continua nella pagina seguente


One thought on

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.