Stupore e Bellezza Due Poesie ricaricate

Stupore e Bellezza Due Poesie ricaricate

Stupore e Bellezza Due Poesie ricaricate

Stupore e Bellezza Due Poesie ricaricate

E incomincio di nuovo a stupirmi

Nella notte, solo, ascolto i rumori,

i rumori  della notte.

Insonne, serio ma non triste.

La vita  scorre, non come un fiume in piena,

ma come un ruscello,

come quei ruscelli di montagna,

che attraversano il bosco,

per giungere finalmente al fiume …

Mi tornano alla mente i boschi di Gambarie,

la mia adolescenza,

le prime cottarelle di gioventù.

Sento il desiderio di amare Dio

come lo amavo allora,

sento la voglia di pregarlo:

“Signore Dio della mia giovinezza.

Se entri in me mi riempi di Te,

ringiovanisco, mi innamoro di nuovo”.

E incomincio di nuovo a stupirmi.

(c) Claudio Pace Blogger  su Stupore e Bellezza

29 marzo 2012 alle ore 1.26

La seconda poesia nella pagina seguente

Leave a Reply