Armonizzare l'atmosfera

Quarto Convegno Assisi Nel Vento Boanarges 15-17 Maggio 2020

Quarto Convegno Assisi nel vento

Il calendario liturgico romano mette la festa di San Giovanni Evangelista nel bel mezzo del Tempo Liturgico del Natale,

dopo la festa del Natale e quella del primo martire, il diacono Stefano, cosa che forse non favorisce molto il ricordo dell’apostolo adolescente,

che sotto la croce ebbe il dono di ‘prendere tra le sue cose‘ la Madre di Gesù e che secondo la tradizione muore molto anziano nell’isola di Patmos.

Nel quarto Vangelo Giovanni pur non nominandosi mai si riconosce nella figura del discepolo prediletto da Gesù,

Gesù che più volte viene identificato con la terza parte del nome di Dio nel Roveto ‘Io Sono’!

Scriveva negli anni 60 l’allora professor Joseph Ratzinger: «L’Io Sono rappresenta la formula centrale della Cristologia giovannea»

Anche lui come già in Simone in Cefa vi fu un cambio di nome, fatto che biblicamente indica una fondazione…

Non tutti Sanno che la parrocchia di Medjugorje è dedicata a San Giacomo Apostolo, singolare coincidenza anch’essa come San Giacomo di Compostela è una metà di pellegrinaggi e un luogo dove numerose sono le conversioni…

Insieme all’apostolo Giacomo, Giovanni e Giacomo presero il nome di Boanerges (Figli del Tuono)

e sulle loro tracce, che quest’anno terremmo ad Assisi il nostro quarto convegno del ‘gruppo’

‘Assisi nel Vento’ (Vento dello spirito, vento nuovo nelle scienze del creato) dal titolo:

BOANERGES (Gr. Βοανηργές) SULLE TRACCE DEI FIGLI DEL TUONO
Dal cammino delle stelle di Giacomo, alla VIA DEL NOME di Giovanni.

Come nelle precedenti edizioni, il venerdì sarà dedicato al ‘Vento nuovo nelle scienze del creato’

con le relazioni su temi scientifici mentre la giornata di sabato (Vento dello Spirito)

sarà dedicata a temi di teologia e di spiritualità.

Per tutte le indicazioni del convegno la pagina di servizio (in costruzione)

è questa che segue nel sito assisinelvento.it

la mail di riferimento è assisnelvento @gmail.com (togliere lo spazio prima della @ messa per evitare gli spam automatici)

Mentre la bozza della locandina è questa che segue:

Download (PDF, Sconosciuto)

Vi Piace?

Terni 28 Dicembre 2019 Claudio Pace sul quarto convegno Assisi Nel Vento

ICCF22 Renaissance Banquet and …

ICCF22 Renaissance Banquet and …

ICCF22 Renaissance Banquet and 

photos

Iccf22 Renaissance BanquetIf you want to know the ICCF22 was, from the scientific point of view,

you can watch someone of all videos of conference

that I uploaded in the official playlist of

International Conference on Condensed Matter Nuclear Science.

The ICCF22 Renaissance Banquet

(an idea of the chair William Collis) instead

was a moment of leisure, after so much work,

to spend an evening together in ‘Leatitia’.

An evening to remember for the joy and serenity

among all the partecipants to the international conference. 

Iccf22 renaissance banquet

This is a part of the text of the imaginary dialogue between…

The herald:

Let all mouths close but mine!

Pray silence for the redresser of wrong, mistress of a thousand swords,

the lioness of the imperial forests, the peacock of the World,

the Rider on the Spotless Horse,

her serene highness Catherine dei Medici, duchess of Florence

Caterina dei Medici.

Subjects and honoured guests. I pray you all be seated and partake of this our feast.

Tonight we celebrate end of the thirty years war and,

electrochemists can finally sit down with physicists without fear of losing their tenure.

Tonight we celebrate Cold Fusion though it be naught but alchemy and transmutation […]

More or less, this should have been the begining of a dialogue from a nice italian girl (student of physic) in the role of  ‘Caterina de Medici’ with an unprobabile but generous ‘Machiaveli’.

But what realy was been you can only to know watching this video done by

Ruby Carat and put in the you tube ismcns channel and in the ICCF22 playlist.

Poster Session

If you would have come in the “Hall of Posters” during the ‘poster session‘,

you could have believed to be in a market.

Every scientist was happy to show his own poster

and his special idea of Lenr, Cold Fusion, future energy…

with a mention special to Bob Greenyer

that was the best convinced speaker.

ICCF22 Renasseince Banquet

Panel Discussion

An Other special moment was the Initial Panel Discussion, led by the journalist Marianne Macy  (Infinite Energy Magazine) that asked to Bill Collis, David Nagel and Michael McKubre the following questions: 

  1. How many ICCF did you do in your life and what benefits did you get from them?
  2. The first impression that made you the chosen location of Santa Maria degli Angeli in Assisi?
  3. 30 years of Cold Fusion and the fire is still lit … from a strictly scientific point of view what has changed in these thirty years regarding our knowledge of the phenomenon?
  4. The results of the Cold Fusion experiments are defined as still controversial. Do You agree with this definition or is it still a result of a prejudice that has accompanied this kind of studies?
  5. Can You explain in two words what lenr means, what are the prospects for moving from pure research to research applied to the industrial and domestic use of Cold Fusion?

At the end of the ‘panel discussion’ I invited Marianne Macy to read the  Canticle of the Brother Sun as tribute to St. Francis of Assisi that wrote the text in that all of sources of energy kind is cited (e.g. Brother Sun, Sister Moon, etc.)

Claudio Pace ICCF22 Renassaince Banquet and … Terni Italy 2019 October the 15th

Tortorelle e pulcini a Santa Maria degli Angeli tra Tradizione, Fonti e Bibbia

Tortorelle e pulcini a Santa Maria degli Angeli tra Tradizione, Fonti e Bibbia

Tortorelle e pulcini

Guardate bene le prime sequenze di questo breve filmato…

Non avete notato un pulcino?

Probabilmente si sta nutrendo o cerca di nutrirsi con una secrezione prodotta da una ghiandola presente nel gozzo della tortorella.

Sono l’attrazione di tutti quelli che entrano nel Roseto, che, specie se è la prima volta, rimangono meravigliati di vedere vive quelle tortorelle

che la tradizione vuole siano li da quando San Francesco le ricevette in dono da un bambino.

San Francesco le accolse in convento per poi mandarle nel mondo come messaggere di pace.

Tortore e bibbia

Nella Bibbia le tortore, non casualmente una ‘coppia‘ di tortore, sono l’oggetto indicato dalla Torah per i poveri,

per potere fare il loro sacrificio espiatorio, anche nel caso della nascita di un primogenito.

Ciò diede luogo ad una bella pagina del Vangelo delle origini, in cui Giuseppe e Maria,

pur in fin dei conti non dovendo, eseguono alla perfezione la legge del Signore …

Ma non è solo riscatto la tortora, la sua voce, rappresenta anche l’amore,

e per questo senso che Francesco la volle nel convento dei frati.

Tortorelle e pulcini
Nella foto in evidenza il piccolo pulcino accanto alla tortorella sopra la statua di San Francesco

Nella Cantica infatti  il diletto alla sua amata dice:

“Alzati, amica mia,
mia bella, e vieni!
Perché, ecco, l’inverno è passato,
è cessata la pioggia, se n’è andata;
i fiori sono apparsi nei campi,
il tempo del canto è tornato
e la voce della tortora ancora si fa sentire
nella nostra campagna. ”

Non toccate le tortorelle

Insomma queste Tortorelle al Roseto di Santa Maria degli  Angeli sono molto più che un fatto estetico,

sono un invito alla contemplazione e alla riflessione sul mistero dell’amore!

Giusto l’invito dei frati a non toccarle, per non disturbarle, ma nulla vieta di farsi toccare il cuore da loro

dal loro messaggio di amore e di … pace.

Terni 5 Luglio 2019 Claudio Pace su Tortorelle e pulcini nel Roseto di  Santa Maria degli Angeli ad Assisi

Originali dalla nascita alla morte il messaggio di Carlo Acutis si diffonde…

Originali dalla nascita alla morte il messaggio di Carlo Acutis si diffonde…

Originali
Originali non fotocopie l’immagine di un santo “Alter Christus” raffigurato nelle pareti del santuario della Spogliazione ad Assisi. “La santità è apparsa più che mai la dimensione che meglio esprime il mistero della Chiesa. Messaggio eloquente che non ha bisogno di parole, essa rappresenta al vivo il volto di Cristo.” San Giovanni Paolo II Novo Millenio Ineunte

Traslazione del corpo di Carlo Acutis 6 4 2019 Io c’ero!

Read More…Read More…

Gianni Di Lorenzo e la preghiera del Divin Volere di Gaston Courtois

Gianni Di Lorenzo e la preghiera del Divin Volere di Gaston Courtois

Gianni Di Lorenzo

Ormai da più di un anno ho adottato un cane, Argo,  abbandonato dai suoi padroni, forse dei cacciatori, in quei di Narni.

Non so se sia una grifone o uno spinone, di certo pur di taglia medio piccola è un cane da caccia,

è ha sempre una gran voglia di rosicchiare sempre qualcosa, anche di ‘illecito’, come i miei libri che ogni tanto prende

e se non si fa in tempo a toglierli dalle sue grinfie li rovina.

Read More…Read More…