Armonizzare l'atmosfera

Holy Year 2015 2016 Seven good reasons to visit Terni

Holy Year 2015 2016 Seven good reasons to visit Terni

Holy Year 2015 2016

Holy Year Here is ENGLISH VERSION 2015 2016 Anno Santo clicca qui per la Versione Italiana 

The Holy Year 2015 2016, l’Anno Santo 2015 2016 sta per venire, all’improvviso come un tuono in un temporale di Mezza Estate,

un anno santo dedicato alla Misericordia, l’attributo di Dio più importante,

ricordato anche nella preghiera cristiana più famosa del mondo il Padre Nostro in cui si chiede:

”Rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori’.

È vero Terni per la sua posizione strategica, così vicina a Roma,

non ha bisogno di farsi particolari pubblicità per vedere i suoi alberghi pieni,

dal primo all’ultimo giorno dell’Anno Santo, di gente ne dovrebbe venire davvero tanta

ma per Terni quest’anno santo può essere finalmente l’occasione di trovare una identità nuova,

che rimanga anche dopo l’anno santo 2015 2016.

Terni è una città periferica, dove si vive lo spirito di quelle periferie esistenziali di cui tanto parla Papa Francesco,

ma nel contempo al centro di tante località come Collevalenza, Assisi, Norcia, Cascia che saranno di sicuro interesse dei molti pellegrini,

che pur potendo vivere il loro anno santo nella loro diocesi, non mancheranno di intraprendere un viaggio,

anche lungo per far sentire il loro calore e il loro affetto a Papa Francesco.

Ma cosa possono trovare a Terni i pellegrini che per primo obbiettivo hanno Roma,

Piazza San Pietro e le altre grandi basiliche Vaticane?  [youtube]https://youtu.be/9ntMotvc8QM[/youtube]

Read More…Read More…

Ast 2015 seguire il modello tedesco per le relazioni sindacali?

Ast 2015 seguire il modello tedesco per le relazioni sindacali?

Ast 2015 Buon anno
Ast 2015: sia Anno della ripresa e anche anno della Cogestione, che se ne parli anche in sede legislativa nazionale ed europea. Ast 2015, potrebbe essere veramente l’anno in cui si comincia a parlare seriamente di Mitbestimmung ovvero Cogestione

Ast 2015

Ci avete fatto caso di Ast e dell’accordo non si parla quasi più.

Citato negli  auguri di Natale del Vescovo di Terni, condannato come farlocco da alcuni politici locali, che però non so che accordo immaginassero sarebbe stato possibile firmare, e qualche considerazione assai discutibile di un giornalista locale che attribuiva al pagamento degli stipendi Ast un presunto buon andamento delle vendite natalizie a Terni, nulla di più sullo storico accordo firmato al Mise.

Accordo che è stato votato dalla quasi totalità degli aventi diritto e la vittoria dei sì è stata schiacciante circa  l’ottanta per cento contro uno scarso venti per cento dei no.

Chi ha detto a questo accordo ha sostanzialmente detto al fatto di non dovere di nuovo ricominciare una lotta che nessuno si sentiva di ricominciare dopo la decisione, per molti sbagliata, di proseguire lo sciopero ad oltranza nonostante lo sforzo profuso dal governo, con il premier che ricevuto i rappresentanti dei lavoratori nella sua Leopolda e con il  ministro dello sviluppo economico che ha condotto personalmente una trattativa tra le parti, difficile quanto si vuole, ma comunque andata a buon fine …

Read More…Read More…

AST DAL PAPA la mia partecipazione all’Angelus Domenicale

AST DAL PAPA la mia partecipazione all’Angelus Domenicale

Ast dal Papa Angelus 31 Agosto 2014AST DAL PAPA  (Nella pagina seguente foto e link alla rassegna stampa)

Mi è stato chiesto da un collega, molto impegnato nelle attività sindacali, se intendessi partecipare all’iniziativa presa, con molta spontaneità, da un gruppo di lavoratori ternani dell’Ast, di recarsi la prossima domenica a Piazza San Pietro per partecipare all’Angelus del Papa, dove si spera che Sua Santità, Papa Francesco, intervenga a favore dei lavoratori delle acciaierie di Terni.

Il successivo quattro settembre al Mise è stato programmato un incontro molto importante per il futuro di una vertenza nella quale sono state annunciate, e per il momento sospese, delle lettere di licenziamento per più di cinquecento lavoratori  ma che certamente mettono in ansia, non solo coloro come il sottoscritto in quella azienda ci lavorano, ma tutto il territorio umbro, per le sicure ricadute negative che potrebbero venire da un ridimensionamento sostanziale delle attività delle acciaierie di Terni.

La mia risposta positiva è stata immediata, farò il possibile, non solo per partecipare all’evento ma per darne la massima diffusione anche attraverso la rete, con i social media e con il blog nel quale avevo proposto un  evento simile …

Read More…Read More…