Armonizzare l'atmosfera

Free Quality Appello per rendere gratuite le norme tecniche

Free Quality Appello per rendere gratuite le norme tecniche

free quality 1
Free Quality. Diffondere in modo gratuito le norme sarebbe come spalancare le porte di un edificio di pregio chiuso e farne conoscere il valore.

Free Quality

In Italia come in altre parti del mondo, le norme tecniche si pagano.

Non è una notizia, è una cosa che sanno tutto gli addetti ai lavori, se vuoi avere una norma, in modo legale si intende senza piratarla, devi acquistarla andando sulla pagina del sito dell’ente normatore come l’UNI che nel suo si presenta così:

UNI – Ente Nazionale Italiano di Unificazione – è un’associazione privata senza scopo di lucro fondata nel 1921 e riconosciuta dallo Stato e dall’Unione Europea (Elenco degli organismi nazionali di normazione ai sensi dell’articolo 27 del regolamento (UE) n. 1025/2012), che studia, elabora, approva e pubblica le norme tecniche volontarie – le cosiddette “norme UNI” – in tutti i settori industriali, commerciali e del terziario (tranne in quelli elettrico ed elettrotecnico).
 Le principali tipologie di soci UNI sono imprese, professionisti, associazioni, enti pubblici, centri di ricerca e istituti scolastici…
 UNI rappresenta l’Italia presso le organizzazioni di normazione europea (CEN) dal marzo 1961 e mondiale (ISO) dal febbraio 1947.

La cosa è più che lecita, c’è un’organizzazione con dei professionisti che lavorano per stilare delle norme, per tradurle, per adattare regolamenti europei o internazionali al contesto nazionale, o che semplicemente lavorano per distribuire le norme stesse, organizzare convegni etc. , è giusto che questa gente venga pagata per il lavoro che fa, cosi come in un contesto moderno e sempre più liberista, non è giusto che sia lo stato a pagare il lavoro di queste persone.

Ma il fatto che queste norme si paghino, non contribuisce evidentemente alla loro diffusione che dovrebbe essere massima, perché le norme tecniche oltretutto non riguardano solo la qualità, ma anche argomenti di grande interesse relativi alla sicurezza e all’ambiente e non sempre studenti, pubblica amministrazione ed altri soggetti sono disponibili a pagare.

Facciamo un esempio pratico …

Read More…Read More…

Nobel peace prize all’Open science, la scienza a servizio della pace

Nobel peace prize all’Open science?

nobel peace prize
Nobel per la pace all’Open Science

Nobel peace prize. La pace è in pericolo oggi  ancora una volta nella storia, come già altre volte. Ricordiamo la crisi del 1962 a Cuba, scongiurata dalla lungimiranza di Kennedy, del dialogo con Krusciov e dalla preghiera di papa Giovanni. Oggi di nuovo guerre sanguinose e rumori di guerre ancora più sanguinose che possono mettere a rischio la vita umana e la vita stessa nel pianeta terra. C’è tanto di quel arsenale nucleare, chimico, convenzionale da distruggere in breve tempo tutto ciò che vive sulla terra!

Il nuovo vescovo di Roma, leader dei cattolici, proveniente dalla fine del mondo, come lui stesso si è definito ironizzando un po’ sulla sua sede vescovile di provenienza (l’Argentina tanto lontana dal vecchio continente) ha indetto per domani  sabato sette settembre, un pubblico digiuno invitando non solo i cattolici ma tutti i credenti cristiani e non cristiani, e i non credenti di buona volontà, a digiunare con unica intenzione:  

Read More…Read More…