Armonizzare l'atmosfera

Primo Presepe a Greccio significato e interpretazione

Primo Presepe a Greccio significato e interpretazione

Primo Presepe

Quest’anno per la Messa della Notte di Natale sono andato a Greccio, che con l’apertura della nuova galleria Marmore, ormai dista da Terni pochi minuti d’auto,

Non ero il solo di Terni, ho riconosciuto e salutato persone che conoscevo e che con piacere ho rivisto nella chiesa di Greccio.

La Messa di Natale a Greccio per consuetudine consolidata viene celebrata dal Vescovo di Rieti, che essendo stato eletto da pochi mesi ha celebrato per la prima volta il suo Natale nel Santuario famoso per essere stato il primo dove Francesco celebrando il Natale ha in qualche modo inventato il presepe vivente.

Read More…Read More…

Legenda Umbra una nuova luce per capire Francesco

Legenda Umbra una nuova luce per capire Francesco

LEGENDA UMBRA 2Legenda Umbra

Qualche anno fa, durante una lezione di inglese, la nostra teacher,  pur di inventarsi qualcosa per farci parlare in inglese ci propose un gioco domandandoci, in quale periodo storico avremmo voluto vivere e perché.

Una domanda apparentemente banale, ma che banale non è affatto, e che rende difficile davvero una scelta, specie se si ha un po’ di passione per la storia, come il sottoscritto ha avuto fin da ragazzo.

Tra le tante scelte possibili, la prima che mi venne in mente fu quella del periodo storico in cui visse San Francesco, un periodo assai travagliato della storia occidentale, un periodo di conflitti tra il potere della chiesa e l’impero, tra lavoro e capitale, e che vide un personaggio originale come San Francesco dare con la sua vita e la sua spiritualità una testimonianza semplice per un verso ma forte:

il Vangelo può essere vissuto alla lettera e si può benissimo vivere la povertà facendo completamente a meno del denaro …

Read More…Read More…

Frate focu, pomeriggio di fede e scienza per la Salvaguardia del Creato

Frate focu, pomeriggio di fede e scienza per la Salvaguardia del Creato

Frate Focu Pomeriggio 27 Luglio alle fonti mediceeFrate focu

Dalle pagine della Bibbia e delle fonti francescane, alle acciaierie e ai laboratori di fisica nucleare.

Domenica 27 Luglio 2014 Ore 15

Aula della Fonti medicee

della Pro Loco di Santa Maria Degli Angeli– Assisi

(sita di fronte alla fontana delle fonti medicee che costeggia la Basilica di Santa Maria degli Angeli dove è custodita la Porziuncola e la cappella del Transito a poche centinaia di metri dalla stazione ferroviaria di Assisi e del parcheggio gratuito dietro l’Hotel Domus Pacis)  …

Read More…Read More…

Vescovo Francescano per Terni nominato dal papa mons. Vecchi lascia

Vescovo Francescano per Terni nominato da papa Francesco

Vescovo Francescano per Terni

Cosa ci si poteva aspettare dal cappello di Papa Francesco per la diocesi di Terni, Narni e Amelia circa la nomina del nuovo Vescovo? Un Vescovo francescano per Terni! Giuseppe Piemontese, un frate francescano che succede non direttamente al precedente, Mons. Vincenzo Paglia, ma ad un amministratore apostolico mons. Vecchi che dal Febbraio del 2013 che si è prodigato per coprire, anche con l’aiuto dello IOR, i debiti che la diocesi di Terni-Narni-Amelia si è trovata al momento della partenza di Paglia. Su queste vicende il Fatto quotidiano è uscito con il suo pezzo definendo, impietosamente, Terni la diocesi del Buco e parlando della promozione di Mons. Paglia come del classico ‘promoveatur ut moveatur’ e interpretando infine come un richiamo alla povertà la scelta di nominare vescovo un francescano.  …  

Read More…Read More…

San Damiano Dio fa le cose a due a due …

San Damiano Dio fa le cose a due a due …

San DamianoSan Damiano è ricordata soprattutto come la prima chiesa che Francesco riscostruì su ordine diretto del Signore che gli parlava nel cuore, questo è il racconto di San Bonaventura:

Una volta uscì nella campagna, a meditare. Mentre passava vicino alla chiesa di San Damiano, che minacciava rovina per la eccessiva vecchiezza, si senti spinto dallo Spirito ed entrò a pregare.

Prostratosi davanti all’immagine del Crocifisso, durante la preghiera fu ricolmato da non poca dolcezza e consolazione.

E mentre, con gli occhi pieni di lacrime, fissava lo sguardo nella croce del Signore, udì con le orecchie del corpo in modo mirabile una voce che proveniva dalla croce e che per tre volte gli disse: «Francesco, va, ripara la mia casa, che, come vedi, va tutta in rovina» …

(FF 1334 Leggenda Minore di san Bonaventura)

Di questo racconto abbiamo, oltre a differenti versioni, l’immagine del crocifisso di San Damiano. Questo, per volere di Chiara, che intuendo o forse profetizzando il fatto che sarebbe stata seguita dalle sue sorelle nella chiesa di San Giorgio (oggi inclusa nella Basilica di Santa Chiara) in cui sarebbe stata seppellita, fu trasferito su e lasciato in custodia alle  sue figlie. Quello che è rimasto a San Damiano è solo una copia …

Read More…Read More…