Armonizzare l'atmosfera

Secondo Convegno Assisi nel Vento Ieri Oggi e alla fine dei tempi Io Sono!

Secondo Convegno Assisi nel Vento Ieri Oggi e alla fine dei tempi Io Sono!

Secondo Convegno Assisi nel Vento (Vento dello Spirito, venti nuovi nelle scienze del creato)

“Ieri, oggi e alla fine dei tempi: IO SONO! Io Sono la Pietralo Spirito e il Fuoco

QUI  l’evento pubblicato nel gruppo Assisi Nel Vento di Facebook

Playlist

Ringraziamenti

Vorrei ringraziare sperando di non dimenticare nessuno.

Intanto la Santissima Trinità Dio, la Madre di Dio ‘Piena di Grazia’

( a cui abbiamo chiesto di dare l’avvio dei lavori offrendogli le nostre mani),

gli angeli e i santi, che spero abbiano gradito la nostra intenzione di fare conoscere meglio i segreti del Nome Divino, Io Sono,

l’esperienza del cammino di Santiago e quella desiderata del cammino del Nome, il valore della profezia e dei profeti oggi

(Dio non fa nulla senza averlo rivelato prima ai suoi servi i profeti ci ricordava Padre Flavio Ubodi citando Amos),

l’importanza di padre Pio per ricominciare un cammino di fede e di scienza messa davvero a servizio dell’uomo.

Scienza

Ma anche che abbiano gradito il desiderio di studiare i segreti del natura facendo esperimenti sulla materia,

o applicando la statistica per capire le eventuali correlazioni tra le posizioni degli astri e i sismi

o gli algoritmi matematici per diminuire i parametri e le variabili nella ricerca dell’errore,

riscoprendo gli insegnamenti di don Borghi sugli ultimi tempi

o dando una chiave di lettura nuova e pneumatologica alla famosa icona della Trinità di Rublev.

Ringraziamenti personali a …

Dunque grazie a Frate Angelo, Francesco Bindella, Flavio Ubodi, Stefano Calandra, Giovanni Cherubini,

William Collis,  Ubaldo Mastromatteo, Fabio Cardone

e a Elisabetta Castana e don Filippo di Giacomo che ci hanno spiegato il perché bisogna ricominciare da Padre Pio.

Poi ringraziamenti a tutti coloro che mettendo da parte i loro impegni hanno voluto trascorrere questi giorni con noi per tutto il convegno o solo per una parte,

e a tutti quelli che ci hanno ospitato la moderna struttura della Domus Laetitiae:

Dal padre provinciale dei cappuccini a tutto il personale della struttura

(proprio tutto, da chi ci ha accolto alla reception, a chi ci ha preparato i pasti o ha fatto le pulizie delle camere, etc.)

e quelli che non potendo venire per ragioni di salute o per altri impedimenti hanno pregato per noi

( come le suore domenicane di Cagli e alcuni amici di Pantelleria e della province di Pavia, Brescia, Milano, Ancona e Udine)

o comunque ci hanno pensato e hanno fatto girare la notizia sui social o sui siti web di loro gestione.

San Francesco

Ringraziamenti per i frati di San Francesco

che ci hanno riservato la cripta del santo per celebrare la Santa Messa del sabato mattina alle 8

in uno dei luoghi più sacri al mondo dove la preghiera prima è per la pace del mondo e per papa Francesco,

Preghiera a San Francesco che in un certo senso è il papa dei carismatici

e di tutti coloro che in diversi modo e in diverse circostanze cercano la verità

e amano la natura per quella che veramente è creato.

Creato da amare e da rispettare perché si è ospiti,

come ci ricordava una terziaria francescana, Franca Cornado,

che spiegava cosi il significato pasquale della parola Creato:

Cristo Risorge E  Ancora Ti Ospita!

Sia Laudato padre Pio che ha imitato Lui perfettamente

Ultimo ma non ultimi ringraziamenti per il bravissimo coro

St. Francis del Santuario Cappuccino del Divino Amore di Gualdo Tadino,

diretti dai coniugi e maestri Sophia e Daniele Lenti, che ha animato la Santa Messa della domenica alla Domus Latitiae

e lo speciale Padre Pio nella sala San Francesco con i canti e la recita del cantico di frate sole

e che con la loro presenza ha dato ancor più gioia all’ambiente familiare che si è creato nei giorni del convegno.

 

Locandina del Convegno

Locandina dello Speciale Su San Padre Pio

Clicca Qui per il link con i filmati e il materiale  convegno dell’anno precedente, dal titolo e sottotitolo:

“Dal sole di Fatima al vento di Assisi, Assisi nel Vento, vento dello spirito, vento nuovo nelle scienze del creato”.

Quest’anno ricorre il cinquantesimo anniversario della nascita in cielo di Padre Pio, un evento che da continuità

a quello  celebrato l’anno in occasione del centenario delle apparizioni della Madonna di Fatima.

Padre Pio aveva infatti una devozione assai particolare per la Madonna di Fatima da cui ebbe una grazie speciale:

Invitati a partecipare in qualità di relatori, moderatori o per dare una semplice testimonianza:

Frate Alviero Niccacci (*), Frate Angelo Gatto, Flavio UbodiElisabetta Castana, Carlo Piccioli, Giovanni Cherubini, Francesco Bindella, Ubaldo Mastromatteo Stefano Calandra W.J.F.M. Collis

(* 4 agosto) Frate Alviero Niccacci è morto ieri sera tre Agosto a Perugia all’età di 78 anni ci uniamo nel cordoglio e nella preghiera ai frati minori di Assisi e di Gerusalemme, ai parenti, ai tanti figli spirituali e amici che lo ricordano con tanto affetto.

Relazioni e testimonianze (titoli provvisori)

Frate Angelo Gatto        Ieri, oggi e sempre Io Sono – Appunti per un cammino di fede

Francesco Bindella        Io Sono Il nome di Dio nel Roveto Ardente, dal cammino di Santiago alla fondazione giovannea.

Frate Flavio Ubodi        Il profetismo nella Chiesa oggi

Carlo Piccioli                   La Via del Nome

Claudio Pace                   Ipotesi per una lettura pneumatologica della Trinità di Rublev

Ubaldo Mastromatteo  Don Carlo Borghi fisico e metafisico prospettive escatologiche e visione del cubo della Gerusalemme Celeste nell’opera postuma: “La vita Eterna, il mistero delle cose ultime”

Giovanni Cherubini       Testimonianza di un fisico, pittore e poeta

W.F.J.M Collis                L’Idrogeno nei metalli nella materia condensata

Stefano Calandra           Teoria gravitazionale per la previsione dei sismi

Download (PDF, Sconosciuto)

Orario di massima

Arrivo ore 15 di Venerdì 21 Settembre. partenza ore 18 di Domenica 23 Settembre.

Venerdì 21 Settembre Sabato 22 Settembre Domenica 23 Settembre
Ore 15.00 Accoglienza Partecipanti Ore 7.30 Santa Messa
Ore 15:30 Gruppi di lavoro: Ore 9.30 Relazioni e Testimonianze Ore 9.30 Conclusioni
  • Spiritualità
  • Scienza
 

Ore 12.45 Pranzo

 

Ore 11.00 Santa Messa
Ore 18:30 Santa Messa Ore 16.00 Relazioni e Testimonianze Ore 12.45 Pranzo
Ore 19.30 Cena Ore 19.30 Cena  Ore 15.30 Speciale ‘Padre Pio’

Le prenotazioni ( fino a loro esaurimento in alternativa … )

per le camere della Domus Laetitiae tramite telefono o mail vedi sito

http://www.domuslaetitiaeassisi.it/index.php/it/

Claudio Pace Terni 5 Marzo 2018
Secondo Convegno Assisi nel Vento

#Io Sono #50AnniPadrePio #LaudatoSi #AssisiNelVento

https://www.linkedin.com/pulse/il-secondo-incontro-assisi-nel-vento-claudio-pace/

Io Sono il Fuoco, lo Spirito e la Pietra!
Con la pietra focaia si accende il Fuoco, col Fuoco divino improvviso, si presenta lo Spirito

Secondo Convegno Assisi Nel Vento

Due Pagine di questo blog sulla spiritualità di Padre Pio

Padre Pio scrittore sull’umiltà e la carità

Cleonice Morcaldi un contributo alla santità di Padre Pio

Sollevamento Quando suonerà la tromba Signore, non vorrei essere solo

Sollevamento Quando suonerà la tromba Signore, non vorrei essere solo

Sollevamento

1 Cor 15,51-52

Non tutti, certo, moriremo, ma tutti saremo trasformati, 

in un istante, in un batter d’occhio, al suono dell’ultima tromba;

suonerà infatti la tromba e i morti risorgeranno incorrotti

e noi saremo trasformati.

Sollevamento

Quando la tromba  suonerà Signore, la mia anima medita,

vorrei che lei sia vicino a me, per Tua Misericordia infinita

ed io vicino a lei e intorno a noi le persone più care della nostra vita.

Vorrei  dimenticare quelle tre giornate e quelle tre nottate

che sembravano infinite e che miracolosamente saranno passate.Sollevamento dopo la tribolazione

Vorrei divenisse passato e scordato

il terrore del sentire la terra tremare come mai tremò da quando l’uomo in essa fu creato

e il fuoco tremendo degli uomini che ha oscurato

e resa irrespirabile l’aria

trasformando le acque dei fiumi e dei maria

in maleodoranti pozze di rubro sangue di uomini e di animale moria.

Mt 24,21-22

Vorrei che diventassero ricordi del passato, del tempo annunciato da Gesù (Marana tha)

della tribolazione grande, quale mai avvenne dall’inizio del mondo fino a ora, né mai più ci sarà

vicino alle pietre belle del tempio quando spiegò che se  quei giorni non fossero abbreviati,

nessun vivente si sarebbe salvato ma che a causa degli eletti quei giorni saranno accorciati.

At 1,11

Vorrei vedere scendere il Signore dal Cielo, e vedere gli angeli danzare festevolmente

e lei, accanto a me, trasformata meravigliosamente

senza che possa smettere un momento di guardarla fissamente

con uno sguardo puro che non ho mai posseduto, gioiosamente,

con una mente candida intimamente unita e concorde al pensare

del cuore nuovo di carne che finalmente mi ritroverò nel petto intento solo ad amare.

 1 Tess 4,14-17

Vorrei che, vivi in mezzo ai vivi, lei ed io accanto,

vedremo discendere il Signore, re avvolto in un regale e prezioso manto.

Ad un ordine, Alla voce dell’arcangelo e al suono della tromba di Dio.

Tra i superstiti, saremo rapiti, Lei ed io

insieme con i morti in Cristo risorti prima di noi,

tra le nuvole, per andare incontro al Signore nell’aria, poi

per essere per sempre con il Signore Iddio di tutti i Santi.

Questo vorrei che avvenisse presto per lei e per me e per tanti:

Dio finalmente ascolti il grido che Gli giunge da oggnisanti!

Dio ascolti i suoi figli sparsi in ogni parte dal pianeta Terra in questo tempo ormai della raccolta delle messe,

e della Mamma Celeste, nostra gioia e nostra Pasqua, che chiede di accorciare i tempi di realizzazione di tutte le sue promesse.

Claudio Pace 24 11 2017 Sollevamento

Adonai fa di me uno strumento della tua pace

Adonai fammi strumento della tua pace

AdonaiAdonai,

fa’ di me uno strumento della tua pace.

Dov’è odio, fa’ che io porti l’amore; dov’è offesa, che io porti il perdono; dov’è discordia, che io porti l’armonia; dov’è errore, che io porti la verità; dov’è dubbio, che io porti la fede; dov’è disperazione, che io porti la speranza; dove sono le tenebre, che io porti la luce; dov’è tristezza, che io porti la gioia.

Adonai,     

Read More…Read More…