Armonizzare l'atmosfera

Giovanni Paolo II un santo contro la Mafia

Giovanni Paolo II un santo contro la Mafia

Giovanni Paolo IIGiovanni Paolo II Questa mattina papa Francesco ha letto (in latino) il testo che segue (nella traduzione italiana)  e che ha sancito l’iscrizione nell’albo dei santi dei due papi che hanno segnato la storia dell’ultimo secolo del vecchio millennio e gli albori del millennio che è venuto. Ad onore della Santissima Trinità, per l’esaltazione della fede cattolica e l’incremento della vita cristiana, con l’autorità di nostro Signore Gesù Cristo, dei Santi Apostoli Pietro e Paolo e Nostra, dopo aver lungamente riflettuto, invocato più volte l’aiuto divino e ascoltato il parere di molti Nostri Fratelli nell’Episcopato, dichiariamo e definiamo Santi i Beati Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II e li iscriviamo nell’Albo dei Santi e stabiliamo che in tutta la Chiesa essi siano devotamente onorati tra i Santi. Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo Il miglior commento a quanto è successo oggi lo troviamo nelle parole dello stesso  papa Giovanni Paolo II sulla santità al capoverso 30 della sua lettera apostolica Novo Millennio Ineunte che scisse al termine del famoso giubileo dell’anno duemila:

(30) E in primo luogo non esito a dire che la prospettiva in cui deve porsi tutto il cammino pastorale è quella della santità. Non era forse questo il senso ultimo dell’indulgenza giubilare, quale grazia speciale offerta da Cristo perché la vita di ciascun battezzato potesse purificarsi e rinnovarsi profondamente? Mi auguro che, tra coloro che hanno partecipato al Giubileo, siano stati tanti a godere di tale grazia, con piena coscienza del suo carattere esigente. Finito il Giubileo, ricomincia il cammino ordinario, ma additare la santità resta più che mai un’urgenza della pastorale.

Non fu profetico San Giovanni Paolo II nel’augurio che formulò? Non fu il primo a purificarsi e rinnovarsi profondamente anche con delle sofferenze che lo straziarono e lo resero muto, lui che voleva fino all’ultimo annunciare il Vangelo a tutto il mondo?

Read More…Read More…

Cristo risorto corre a Bevagna e il mistero della Comunione dei santi

Cristo risorto corre a Bevagna e il mistero della Comunione dei santi

Comunione dei Santi nel mistero del Cristo Risorto
Cristo Risorto corre verso i suoi che ama ,,,

Cristo Risorto corre

Quante volte ci capita di avere notizie, alle volte non proprio buone,  di persone che non vedevamo da anni, o di passare di un luogo dove sappiamo di avere dei vecchi amici ma senza avere il tempo materiale di fermarsi per cercarli.  Così mi è capitato la settimana scorsa di vedere nei pressi di Bevagna, una insegna che portava lo stesso cognome di una mia collega di lavoro, che non vedevo dal lontano 1991 ma della quale, ricordo ancora tante cose, perfino le parole di apprezzamento e di incoraggiamento che mi fece l’ultima volta che la vidi a Perugia, quando gli raccontai di aver fatto una relazione, sul Paradiso di Dante, ad un convegno del Movimento Carismatico di Assisi … Proprio ieri, scambiando due parole con una signora di Bevagna che lavora a Terni ho scoperto di avere questa amicizia in comune ma nello stesso tempo ho  saputo che questa mia amica, dopo aver combattuto in un tutti i modi contro un terribile male, è morta. Notizia che mi ha lasciato un po’ di sasso e che nel frattempo mi ha aperto la mente ai tanti ricordi che evidentemente il tempo non ha cancellato, forse perché quella fine degli anni ottanta e inizio degli anni novanta è stato un periodo abbastanza bello e sereno della mia vita se pure qualche avvenimento triste, come la morte di Franca Cornado, fondatrice del Movimento Carismatico di Assisi, avvenne proprio in quegli anni …

Read More…Read More…