Armonizzare l'atmosfera

Scuola Mariana Il Nome di Maria Festa della Mia Parola a Loreto

Scuola Mariana Il Nome di Maria Festa della Mia Parola a Loreto

Scuola Mariana

Scuola Mariana Maria Regina del Presidio
Scuola Mariana, la mattinata si è conclusa con l’invocazione ‘Santa Maria del Presidio, prega per noi’. L’immagine della Regina del Presidio si trova in piazza della Madonna a Loreto.

Ecco i link ai Video della Mattinata, svoltasi nell’aula San Benedetto del Centro Giovanni Paolo II di Loreto.

Clicca QUI per andare all’inizio della Playlist del Mattino

Si è iniziato con la consacrazione delle Mani a Maria guidata da Padre Rosario Palic:

 “Padre Altissimo, vogliamo essere tuoi servi e servi di Maria,  
prima di iniziare la Festa della Mia Parola,         
prima di iniziare ogni lavoro,    
vogliamo offrirti le nostre mani. 
Nelle nostre attività compiamo la volontà di Maria,             
(Madonna di Loreto) Regina delle Vittorie –            
Benedici, dunque le nostre mani,  
le nostre intenzioni di bene.
Dai Tu, o Maria, inizio ai lavori             
e noi ti seguiremo con fedeltà”.  

Sono seguiti il benvenuto di Don Paolo, direttore del Centro Giovanni Paolo II, l’intervento dedicato al Nome di Maria all’ Annunciazione (Francesco Bindella), quello sulle Mani Purissime di Maria (Padre Rosario Palic), l’ intervento musicale del Gruppo Emmaus (Graziano Ranalli e Alfonso Casadei), la trattazione del Carisma di fondazione di Padre Primo Fiocchi (Laura Soccio), la testimonianza di Tamara Baldoni e  la lettura dell’esperienza di San JoseMaria Escrivà nella Santa Casa e del Credo Lauretano.

Clicca QUI per andare all’inizio della PlayList del pomeriggio che è stato dedicato ad un tema della Laudato Si’: La salvaguardia del Creato mediante la ricerca.

Tema trattato nell’aula San Francesco del Centro Giovanni Paolo II di Loreto con gli interventi di Mastromatteo (su Don Carlo Borghi e su un esperimento in corso)  e Albertini e con la conclusione del sottoscritto.

Claudio Pace Terni 19 Settembre 2016 Scuola Mariana

A seguire la pagina che era stata scritta per presentare l’evento.

Read More…Read More…

Roveto Ardente un contributo poetico di Cosmo Oliva

Roveto Ardente un contributo poetico di Cosmo Oliva

Roveto Ardente

Ecco i il contributo poetico  di Cosmo Oliva all’Evento celebrato il 25 Giugno 2016 ad Assisi
IOSONO Festa della Mia Parola CARISMI E SCIENZA PER LA CUSTODIA DEL CREATO

Il maestro Cosmo Oliva, ben conosciuto ad Assisi per il suo servizio artistico e costante all’Organo della Porziuncola di Assisi, scrive poesie che fa conoscere in rete anche attraverso il gruppo facebook Poesia pura, ovvero “Al cuor gentil ripara sempre amore”

Tra le molte scritte quella che segue, intitolata “Roveto Ardente”, è davvero in sintonia con il tema che abbiamo trattato all’ evento di Assisi … di per sè anche il nome dell’autore, Cosmo, è in sintonia con il prossimo evento …

[youtube]https://www.youtube.com/playlist?list=PLK40E5JdJBZTXC_ZOEHyi16pLylDDbJ_Y[/youtube]

Read More…Read More…

IOSONO Festa della Mia Parola ad Assisi

IOSONO Festa della Mia Parola ad Assisi

IOSONO Festa della Mia Parola CARISMI E SCIENZA PER LA CUSTODIA DEL CREATO
IOSONO Assisi 25Giugno 2016 Locandina-della-Festa della Mia Parola (5)Questa Pagina è stata di servizio per l’organizzazione della Festa della Parola e del Creato che è iniziata con un pellegrinaggio giubilare con attraversamento della Porta Santa della Cattedrale di San Rufino ad Assisi guidato da Padre  Gary Burkart (Clicca QUI per vedere il percorso)

Nella PlayList qui sotto i primi filmati realizzati a partire dall’intervista concessaci dal neo sindaco di Assisi Stefania Proietti che ha voluto raggiungerci all’inizio della giornata all’Hotel Ponte San Vittorino augurandoci ‘buon cammino’, proseguendo con i pezzi di Violino suonatici dal maestro Marco Onofri, ringraziamo entrambi per il contributo che hanno dato alla “Festa della Mia Parola” vissuta ieri in Assisi.

[youtube]https://www.youtube.com/playlist?list=PLK40E5JdJBZQtjQBJeAHYnrqeMwa2ZMR7[/youtube]

Questa pagina è in aggiornamento  per sistemare il materiale raccolto  durante l’evento, un ringraziamento per le riprese che sono state effettuate durante l’evento da Massimo Scorteccia e Simona Montesi, che ringrazio anche per il suo intervento durante il pomeriggio Lenr e Creato.

I ringraziamenti vanno ai i relatori del mattino, Francesco Bindella, Padre Gary, Sergio Bini e Ubaldo Mastromatteo che è intervenuto  anche nel pomeriggio dando un contributo alla questione Lenr insieme a Ugo Abbundo e Francesco Celani.

Un grazie anche ai ricercatori Lenr che hanno seguito il nostro dibattito ma che non hanno potuto essere presenti ad Assisi, si tratta di Francesco Santandrea ed Andrea Calaon che ha inviato una sua memoria come contributo alla questione.

Un sentito ringraziamento a Padre Gary per averci preparato nell’attraversamento della porta santa della cattedrale di San Rufino e per la celebrazione della Santa Messa.

Quest’ultima è stata animata dalla musica del maestro Cosmo Oliva, autore della poesia sul Roveto Ardente, che letta dalla moglie ha aperto la sessione “relazioni e musica” presso la Sala Blu del comune di Assisi.

Il prossimo appuntamento è all’Angelus del 3 Luglio a Piazza San Pietro nei pressi dell’Obelisco dal lato della finestra del papa.

Claudio Pace Terni [7 Maggio] 26 Giugno 2016 su IOSONO  Clicca QUI per Evento su gruppo Fusione Fredda di Facebook  Qui per l’Evento su Google+

Per vedere alcune foto su Google+ clicca QUI 

Per vedere la playlist dei filmati delle relazioni del mattiono fin qui caricati clicca QUI

«La creazione è protesa verso la divinizzazione, verso le sante nozze, verso l’unificazione con il Creatore stesso»
(cit. Papa Bendetto XVI al punto 236 dell’Enciclica di Papa Francesco Laudato Sii )
San Rufino Cappella EucaristicaAssisi Sabato 25 Giugno 2016

Programma

Mater Misericordiae
IOSONO colei che Sono Nella Santissima Trinità (A Bruno Cornacchiola nell’apparizione delle Tre Fontane)

Pellegrinaggio Giubilare Dalle ore 8

Ore 8  Partendo dall’ Hotel Ristorante Ponte San Vittorino, seguendo un percorso interno alla città di Assisi,  abbiamo raggiunto la Cattedrale di San Rufino e abbiamo attraversato  la porta Santa fermandoci nella Cappella Eucaristica per la Santa Messa Celebrata da Padre Gary.

Relazioni, testimonianze sulla Parola e sul Creato Prima Parte Dalle ore 10.00

Presso la Sala Blu di Palazzo dei Priori del Comune di Assisi che si trova nella piazza principale del Comune di Assisi al nr. 10 dalla parte opposta della Chiesa della Minerva, per i temi che sono stati trattati vedi la pagina seguente.

Durante la mattinata sono stati eseguiti alcuni brani dalle musiche per Violino Solo di J.S. Bach da parte del Maestro Marco Onofri.

Gli approfondimenti della Seconda  Parte ore 16.00 – 18.00  ( Pomeriggio Lenr e Creato ) sono stati fatti presso l’hotel Ponte San Vittorino dopo il pranzo vedi la pagina seguente.

Appendice all’Evento la partecipazione all’Angelus Domenicale del Papa a Piazza San Pietro Domenica 3 Luglio

Adesioni 

IOSONO ManifestoBlog ClaudioPace.it Blog il centuplo Il Presidio, Centro Studi Teologico, Biblico, Pneumatologico ARGAL  Associazione per la Ricerca della Genesi delle Anomalie Lenr AICQCI Associazione Italiana Cultura e Qualità Passione Bicicletta con il

Patrocinio Città Assisii
Nella Pagina Seguente Alcune Tracce a alcuni link degli interventi

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=mwFy0k1cXzg[/youtube]

Laudato sia il 2015 tra Creato e Misericordia, Pace e Unità

Laudato sia il 2015 tra Creato e Misericordia, Pace e Unità

Laudato sia il 2015

Intanto Buon Anno, Buon 2016 con un twit in rima che ha avuto molti accessi:

L’anno scorso avevo augurato con una pagina che il 2015 fosse un anno Lenr e Los (Clicca QUI per visualizzarla) direi che è stato di più, è stato soprattutto l’anno del LAUDATO SI di papa Francesco che ha compiuto nel campo dell’ecologia e della difesa del creato ciò che i suoi predecessori avevano iniziato. In particolare di quanto aveva fatto papa Benedetto XVI che  utilizzò il motto ‘Se vuoi coltivare la Pace Coltiva il Creato’   come titolo del MESSAGGIO PER LA CELEBRAZIONE DELLA XLIII GIORNATA MONDIALE DELLA PACE DEL 1° GENNAIO 2010 clicca QUI per visualizzarlo e che è stato il documento di riferimento per la successiva enciclica di Papa Francesco che ha oltrepassato i confini degli ambienti ecclesiali per entrare in ambiti in cui non ci si aspettava che potesse entrare come la qualità ad esempio …

Read More…Read More…

Crozza Panteista I pericoli di confondere Natura e Creatore

Crozza Panteista I pericoli di confondere Natura e Creatore

Crozza Panteista

Crozza PanteistaParlare di natura e di creato non è la stessa cosa anche se si parla della stessa cosa.

La Treccani per il primo termine in questione dice: natura s. f. [lat. natūra, der. di natus, part. pass. di nasci «nascere»].

1. Il sistema totale degli esseri viventi, animali e vegetali, e delle cose inanimate, che presentano un ordine, realizzano dei tipi e si formano secondo leggi. Quindi:[

Mentre per il secondo termine creato nel significato più simile è: s. m. [part. pass. di creare].

[2. s. m. L’insieme delle cose create, l’universo e quanto in esso si trova: le meraviglie del c.; tutti gli esseri del creato.

Hubert Reeves

Nella sua popolare e seguita trasmissione settimanale #CrozzaDelleMeraviglie quella del quattro Dicembre Crozza ha pensato bene di citare questa frase ed effetto dell’AstroFisico Hubert Reeves:  

L’uomo è la specie più folle: venera un invisibile Dio e distrugge una Natura visibile. Senza rendersi conto che la Natura che sta distruggendo è quel Dio che sta venerando.

Un Aforisma che si basa sulla non esistenza di un invisibile Dio che trascendente la natura e proclama Dio la materia stessa, il dogma del panteismo, che ha in Spinoza il filosofo di riferimento più famoso e che rigetta il concetto di causa come generato da un limite gnoseologico, conoscitivo degli uomini.

Nessun motore immobile dunque a meno che non si identifichi il motore immobile con la stessa natura ‘mossa’ di cui essendo parte come osservatori siamo di per sé ‘divini’.

Ma il punto di vista spinoziano di Reeves, e adesso anche del Crozza panteista, è inconfutabile.

L’invisibilità del Dio trascendente è un forte indizio per la sua non esistenza, per il suo confinamento nel mitologico, nel puro prodotto dell’intelletto e della fantasia umana?

Direi proprio di no.

Aforisma su twitter

L’aforisma citato dal Crozza Panteista è accattivante ma a mio parere fuorviante. Eccolo espresso in un twit …

GÖDEL

Per superare il panteismo, se non ci si accontenta di prove logiche ed ontologiche dell’esistenza di Dio come quelle fornite da GÖDEL :

“Se Dio è possibile, allora esiste necessariamente.

Ma Dio è possibile.

Quindi esiste necessariamente”.

Enrico Medi

Credo che le argomentazioni del fisico italiano Enrico Mediche affronta il problema dell’universale dal particolare,  possa dare una risposta definitiva ad un questione assai dibattuta.

Questione come abbiamo visto divenuta anche oggetto di un trend di Twitter grazie all’intervento del Crozza Panteista.

Ecco la famosa domanda al Protone di Enrico Medi

Per arrivare all’esistenza di Dio non sono necessari i miliardi di stelle che popolano gli abissi del cielo, non è necessaria la perfezione del volo di una rondine, o la complessità di funzionamento delle cellule di un cervello umano. Basterebbe la presenza di un unico protone al quale si pone la domanda:

“Tu esisti, quindi o tu hai l’essere o tu sei l’essere.

Se hai l’essere devo risalire a qualcuno che questo essere ti ha dato, e questo qualcuno subirà la stessa domanda fino a che non arrivo a Colui che è l’Essere”.

Se il protone fosse l’Essere avrebbe in sé l’assoluta pienezza e l’essenza dell’Essere totale, non potrebbe esistere alcun altro protone uguale a lui; in lui sarebbe ogni intelligenza, potenza, sapienza fuori dello spazio e del tempo: ma questo non è.  

Quindi Dio c’è. 

[Enrico Medi, I giovani come li penso io, Ediz. Studium Christi.

Credo che solo se il protone fosse superbo e illogico potrebbe dire sono l’Essere. D

unque l’Essere è e trascende la Materia, la Natura che è solo, malgrado il pensiero di molti, Creato.

E la conseguenza ecologica è assai forte: la natura va rispettata!

Non solo perché è un bene comune necessario alla sopravvivenza e alla qualità della sopravvivenza di molti, ma è un dono, un carisma e come tale va esercitato e non sciupato.

Se il creato è un carisma la sua offesa non è solo un reato ma anche peccato, e la sua difesa una vocazione per i credenti che li unisce a tutti gli uomini di buona volontà.

Claudio Pace Blogger 6 Dicembre 2015 su Crozza Panteista

Per la questione panteismo e creato vedi anche http://www.claudiopace.it/ansia-amare-fatima-franca-cornado/