Armonizzare l'atmosfera

Gratia Plena il nome di Maria nelle parole dell’Angelo

Gratia Plena il nome di Maria nelle parole dell’Angelo

Gratia Plena

Gratia Plena in latino o Kecharitōmenē in greco sono le parole con cui l’angelo Gabriele chiamò nel suo saluto la Vergine Maria il giorno dell’annunciazione.

Per essere riempita della grazia, per essere Gratia plena, Maria ha dovuto svuotarsi con una vita di umiltà, con l’ essere perfettamente umile.

Lei stessa ricorda nel cantico del Magnificat: “Perché ha riguardato la bassezza della sua serva” Lc 1,48

La Gratia Plena è la Creatura per eccellenza.

La Gratia Plena è il luogo della Sovrabbondanza, dell’Io_Sono Colui_Che Io_Sono, delle tre persone divine.

Queste tre persone Divine non potendo più contenere tra loro il loro perfetto e sovrabbondante amore hanno pensato a creare dal nulla qualcosa di diverso da loro, che però potesse contenerle, che potesse ospitarle svuotandosi il loro straripante amore.

Hanno pensato a Maria, hanno pensato alla Gratia Plena come colei che prima e meglio di ogni creatura potesse contenere la sovrabbondanza del loro amore.

Umiltà: Svuotarsi di se per riempirsi di Dio

Francesco e Chiara, che ringraziava Dio per essere sua creatura, hanno vissuto come la ‘piena di Grazia’, svuotandosi anche dei beni materiali, vivendo una povertà assoluta e senza compromessi, hanno colto e testimoniato con la loro vita questo senso di spoliazione, di svuotamento dell’anima per fare posto all’espansione della Grazia di Dio.

Il gesto di spogliarsi nudo e di restituire i propri panni lussuosi al padre da parte di Francesco e di farsi tagliare i suoi capelli, da parte di Chiara, vanno in questa direzione: senza un vuoto interiore non può sovrabbondare la Grazia, la Misericordia, il Perdono … la Gioia.

Read More…Read More…

Rocca restaurata Riappare una rara immagine di San Bavone

Rocca restaurata Riappare una rara immagine di San Bavone

Rocca Restaurata

Rocca Restaurata San BavoneSan Bavone di Gand  è un santo molto onorato nei paesi bassi e nelle Fiandre da dove proveniva e del quale sono scarse le notizie storiche.

Di famiglia molto ricca, forse anche nobile,  come il più conosciuto Francesco di Assisi figlio di Pietro Bernardone, diede tutte le sue ricchezze ai poveri per ritirarsi prima in un convento e poi in una cella dove visse in modo esemplare …  

Viene spesso rappresentato in questo suo gesto liberatorio di dare i suoi beni ai poveri oppure come un  giovane nobile dotato di bastone e falcone, con tutto ciò che questo binomio, paragonabile a quello corpo-anima, materia-spirito, implica.

Come e perché qualcuno abbia voluto, come ex voto, raffigurare San Bavone nella chiesa di San Giovanni alla Rocca San Zenone di Terni, non è dato sapere.  

Certo è che allora come oggi la popolazione del posto ama la caccia, ben rappresentata dal falcone in mano al giovane santo, e che la Rocca, come testimonia anche la presenza di tre antiche torri, era un punto di passaggio per i viaggiatori fin dal tempo dei romani, che seguivano forse l’itinerario della vecchia strada consolare Flaminia, le cui tracce si trovano ancora oggi a Carsulae.

Che qualche nobile europeo mitteleuropeo abbia voluto, per grazia ricevuta, lasciare una traccia della sua devozione a San Bavone durante un suo passaggio in Val Serra, come pellegrino verso Roma o come mercante in cerca di affari nella zona non possiamo proprio saperlo. 

Fatto sta che San Bavone dopo tanti anni ricompare, a pochi mesi dall’apertura del grande anno santo della Misericordia voluto da Papa Francesco, a pochi chilometri tra Roma e Assisi … e non è un santo che si veda molto rappresentato in giro. 

Read More…Read More…

Cascate Felliniane fa impressione ma bello Le Cascate delle Marmore raggiunte con il Tram da Roma

Cascate Felliniane fa impressione ma bello Le Cascate delle Marmore raggiunte con il Tram da Roma

Cascate Felliniane

[youtube]http://youtu.be/q6zDr-h43Ps?list=UUXuJMwimHKo8qB5I1Gg2Ixg[/youtube]

Cascate Felliniane
Cascate Felliniane, ogni anno circa mezzo milione di visitatori si impressionano per questa bellezza

La breve sequenza di sopra è tratta da un film del grande maestro del cinema italiano, Federico Fellini.

L’intervistauno dei film della maturità in cui Fellini non racconta solo se stesso e il suo cinema, ma la vita, la filosofia, ciò in cui crede e in cui non crede, partendo dal luogo più importante della sua vita: Cinecittà.

Il racconto del film è un capolavoro del modo di fare cinema, un sapere attirare l’attenzione e accendere la fantasia del potenziale e passivo spettatore che deve riuscire ad emozionare e a non annoiare.

È interessante la creazione del paradosso continuo, un film che racconta un film e che riprende ad essere un film che si conclude nel più tradizionale dei modi con gli indiani che assaltano la carovana.

Una conclusione che non nasconde una polemica nei confronti della televisione, che allora si vedeva come concorrente del cinema, infatti gli indiani volutamente casarecci, sono armati di antenne televisive,  …

Read More…Read More…

Isis e Assisi nome e valori rovesciati :(

Isis e Assisi nome e valori rovesciati 🙁

Isis e Assisi nome e valori rovesciati 
Isis e Assisi nome e valori rovesciati

Isis

La storia dell’acronimo inglese ISIS è ben spiegata su WIKI, mentre sulla stampa internazionale e sulle tv si sprecano i servizi che spiegano cosa è questo gruppo armato, che dopo anni di guerra nascosta in Iraq, dopo l’abbandono dei militari americani dal paese mediorientale ha deciso di venire allo scoperto, di occupare territori più vasti e più ricchi che gli permettono di controllare e vendere il petrolio e di utilizzare al meglio i media, allo scopo di diffondere in occidente e il mondo arabo lo Jihadismo, l’interpretazione più violenta dell’Islam.

Lo Jihadismo in ultima analisi non accetta altre forme di religione che la propria e considera non solo morale ma esaltante, gradito alla divinità, torturare e decapitare i nemici, tali semplicemente perché professano un altro credo, schiavizzare donne e bambine, abusandone sessualmente in un modo che dire bestiale pare di fare offesa alle bestie che se fanno violenza ad altre bestie o uomini non la fanno mai come fanno questi uomini con vigliaccheria inaudita, ma solo per difendersi o nutrirsi …

Read More…Read More…

Creato e Magnificat Alzare la voce per il rispetto del Creato

Creato e Magnificat Alzare la voce per il rispetto del Creato

Creato
Creato.
L’Io sono è venuto dal grembo di Maria, per poi portare tutti i ‘figli adottati’ nel suo seno immenso come il cielo.

Eccoci di nuovo qui a pochissimi giorni dal mistero del Natale, un Natale che almeno qui da noi in Italia ci vede in piena crisi, e meditare sul Natale sui misteri di gioia, non deve farci dimenticare tutti i fatti che ogni giorno ci raggiungono attraverso l’esperienza personale, i giornali, la rete e quelli che non ci raggiungono affatto o ci raggiungono assai raramente, perché preferiamo interessarci dell’ultimo falso amore dell’ultima diva di turno, piuttosto che sentire parlare di problemi di cui non si vede, nemmeno all’orizzonte, la speranza di una soluzione o la cui soluzione appare davvero lontana.

Read More…Read More…