Sussurri della mamma Defunta Don Luigi Principe salesiano

Sussurri della mamma Defunta Don Luigi Principe salesiano

Sussurri

Sussurri della Mamma Defunta è il titolo di una poesia dimenticata scritta da un sacerdote salesiano, Don Luigi Principe, che conobbi nella mia infanzia e che mi accoglieva, nonostante ormai arrivato agli ultimi giorni della sua vita, nell’oratorio salesiano di Villa Ranchibile a Palermo.

Di lui ho ritrovato per caso tra i miei un libretto che pubblicò per gli amici e che deve aver regalato alla mia mamma, chissà se avrebbe mai immaginato che quel bambino avrebbe letto e apprezzato le sue e le avrebbe pure messe in rete.

Allora di computer si cominciava appena a  parlare e salvo che nella Nasa e negli ambienti militari e accademici, la tecnologia informatica era pressoché sconosciuta … ma gustiamoci la poesia, oggi festa della Mamma in cui ricordiamo anche le nostre mamme che già godono della visione di Dio – Claudio Pace Terni 8 Maggio 2016 Sussurri

sussurriSussurri della mamma Defunta

Quando talvolta, son nell’imbarazzo,
Cosa compiendo che mi fa perplesso
Di fulgor vivo un improvviso sprazzo
Giunge ne la mia mente molto spesso

Allora misterioso ecco un accento
Mi parla in fondo al core il qual m’adduce
Col suo sussurro che s’ascolta a stento
Ne la diritta via piena di luce.

Sempre quel mormorio sento all’orecchio;
Opero con certezza e mai non sbaglio.
Or che per essere divenuto vecchio
M’accorgo d’incontrar continuo incaglio.

Di chi, di chi la flebile favella?
Oh certo è dono della madre mia
Che in cielo brilla al pari d’una stella
E a me s’unisce in dolce compagnia.

Oh la ricordo quando, piccolino,
Mi vedevo da lei stringer la mano;
Con essa intraprendevo il mio cammino
Avido d’arrivar molto lontano.

La morte ti rapì fra il crudo schianto
Di chi, cogli occhi in lacrime sommersi,
Fu dal dolore lungamente affranto
Ed or compone questi pochi versi.

O mamma, deh continua a circondare
Delle tue braccia me sempre devoto;
È certo che così potrò salvare
lo spirto mio del mondo in mezzo al loto.

– Nei dubbi tu m’assisti col consiglio
Parlami in fondo al cor com’hai per uso;
Ognor pensa al fedele e caro figlio
Che in tal modo giammai sarà confuso

Don Luigi Principe Salesiano Palermo +1966

One Response

  1. Mamma Today 08/05/2016

Leave a Reply