San Claudio un santo ternano martirizzato a Rocca San Zenone

San Claudio un santo ternano martirizzato a Rocca San Zenone

San Claudio

Una tradizione, ancora radicata specie nel sud d’Italia, dava all’onomastico una importanza superiore al compleanno e il mio di onomastico cade il 7 Luglio, San Claudio.

San Claudio immagine del Cielo di Via TreviChi non si dimenticava mai di farmi gli auguri era mio papà, che il giorno prima di morire ( è morto l’8 Luglio del 1986)

mi telefonò e mi parlò chiedendomi notizie dei miei due figli, il secondo dei quali non aveva ancora visto …

e lo avrebbe dovuto vedere, secondo quanto ci siamo detti al telefono,

pochi giorni dopo,

giacché non sarei potuto scendere in Sicilia prima delle ferie di  Agosto …

e invece purtroppo in Sicilia sono sceso molto prima al suo funerale.

San Claudio 7 Luglio il mio onomastico

Una foto tessera del ragazzo di cui mia moglie si innamorò 35 anni fa … 🙂

Un episodio della mia vita, sullo stile di quello che Camilleri racconta nel suo libro e poi film per la tv, 

il ladro di merendine,  e che non mi farà mai dimenticare questa nostra usanza di festeggiare

l’onomastico, usanza che per fortuna non si è ancora perduta.

San Claudio Martire ternano

Quando ero ragazzo, ebbi la curiosità di trovare qualche informazione di più su San Claudio.

Ne trovai una che mi incuriosì non poco, in un enciclopedia dal titolo altisonante:

“Biblioteca Sanctorum ist. Giovanni XXIII”.

Informazione che conservai trascrivendola con un foglio battuto con la macchina da scrivere,

le stampanti erano ancora da venire, si trattava di un San Claudio di Terni, martirizzato proprio alla Rocca San Zenone

Claudio, Carbonano, Tibudiano e Planio, Santi Martiri di Terni. Secondo la tradizione della chiesa Ternana, non sicura storicamente, Claudio nacque da nobile famiglia e fu ufficiale dell’esercito romano. Nel 250 colpito dalla predicazione del Vescovo San Valentino, si converti insieme con i tre soldati sopra citati. Abbandonato l’esercito e si diedero alla vita eremitica. Scoppiata la persecuzione di Claudio[Imperatore di Roma], si adoperarono per confortare i cristiani in carcere; furono perciò arrestati dal prefetto che tentò con lusinghe e minacce di farli apostatare, invano. Furono decapitati l’8-Gennaio-270, a due miglia dalla città dove è adesso la chiesa di San Zenone. [Fonte “Biblioteca Sanctorum ist. Giovanni XXIII”]

La cosa curiosa, è che per vicende assai strane,

mi sono ritrovato a vivere proprio nella città dove visse San Claudio,

anzi addirittura nella stessa ‘parrocchia’ San Zenone dove sarebbe avvenuto il martirio.

Avvenimento non del tutto improbabile perché la chiesa di San Zenone e il villaggio, oggi quartiere della città di Terni, sono sorti sulla vecchia strada Flaminia dove secondo l’uso romano si punivano i colpevoli, in modo che la loro punizione, fatta nella pubblica via,  fosse esemplare e che gli eventuali mali odori emanati dai cadaveri non dessero fastidio ai cittadini del borgo.

Claudio Pace Blogger Terni 27 Giugno 2015 su San Claudio

Le foto della Basilica di Santa Prassede a Roma con la cappella dedicata a San Zenone

Nel filmato la tomba del Martire Zenone alle Tre Fontane a Roma.  

Con ogni probabilità la chiesa di San Zenone, la più antica di Terni, è sorta in onore di questo martire, il cui culto proveniva appunto da Roma. 

Leave a Reply