Armonizzare l'atmosfera

Franca Cornado L’UT UNUM SINT nella fondatrice del MC

Fraintendere la Parola

Senza considerare i fraintendimenti poi delle cose che si dicono, delle stesse profezie.

Per tornare a Franca, e a degli episodi di carattere personale,

che credo siano più interessanti da raccontare, aggiungo qualche particolare in più a quello che ho già raccontato della morte, morte santa, del giudice Vincenzo Salmeri.

L’operazione di cui dicevo sopra, alla quale il giudice si sottopose, era disperata.

Franca ‘garantì’ al giudice che sarebbe sopravvissuto perché avrebbe dovuto ancora fare molto per il Movimento Carismatico a Palermo,

cosa che Salmeri, in effetti, fece e raccontando anche di quello che per lui fu un miracolo e lo fu, continuando a vivere.

11 Febbraio 1981

La mattina dell’11 Febbraio un amico mi chiamò per avvisarmi che il giudice Salmeri,

con cui avevo stretto un’amicizia molto forte, proprio per le cose del Movimento Carismatico, stava per morire.

Lo ringraziai per essere stato avvisato, ma lui si sfogò con me dicendomi: “ma la Franca aveva detto che sarebbe dovuto stare a lungo con noi”.

Ma in realtà la Franca non aveva dato a nessuno degli intervalli temporali,

aveva solo detto che sarebbe sopravvissuto dopo quella difficile operazione e che Vincenzo avrebbe lavorato per il Movimento Carismatico proprio a Palermo.

E, infatti, per un anno intero Vincenzo lo fece, nonostante la malattia.

Per esempio, partecipando attivamente al ritiro che in pieno inverno organizzammo a Poggio San Francesco nella diocesi di Monreale.

Mi sembra ieri quando andai a trovarlo nella sua casa di Palermo per invitarlo a venire e lui che felice, come un bambino,

mi ringraziava per questo invito e per le forze che sentiva recuperare nonostante la grave malattia.

La sua venuta a Poggio San Francesco (16-18 Gennaio 1981), fu una testimonianza che la gente capì bene solo dopo la sua morte.

Ricompensa del profeta

Il fraintendimento che in quel caso non diede luogo a malintesi o ad equivoci, che non mancarono però in altre occasioni.

È una delle croci della vita di tutti i profeti che vanno accolti come profeti, anche per avere la ricompensa del profeta come è scritto nei vangeli (Mt 10,41).

Ricompensa che non spetta però a chi li accoglie solo per morbosa curiosità o per il puro gusto di deridere e di mettere in difficoltà alla più piccola occasione.

Spetta invece a chi li accoglie con fede e rispetto rigettando anche quell’atteggiamento che rasenta la superstizione

e che papa Francesco ha stigmatizzato non condannando i profeti e il profetismo ma la superficialità con cui alle volte ci si accosta ad essi.

(continua nella pagina seguente) (pagina precedente, pagina iniziale)


11 thoughts on Franca Cornado L’UT UNUM SINT nella fondatrice del MC

  1. Claudio, correggi l’ultima locuzione: Tu solo santo…: all’inizio vi è una ripetizione (credo)…

  2. Ciao sorella barbara posso chiederti perché domandi sui mistici sponsali? Vivi un’esperienza di questo tipo?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.