Cella Sopravvivenza per sopravvivere anche nelle case antiche

Cella Sopravvivenza per sopravvivere anche nelle case antiche

Cella Sopravvivenza

Ricevo da un amico di ingegnere e volentieri pubblico …

Molto graditi commenti, favorevoli e contrari, all’idea espressa nella lettera che segue.

Lettera

I recenti terremoti che stanno affliggendo il centro Italia, il pericolo di crolli e naturalmente i rischi per le vite umane mi hanno fatto pensare ad una possibile contromisura per chi vive in zone limitrofe a quella interessata ed è a rischio nell’eventualità di scosse forti, abitando magari in case non antisismiche magari antiche.

Un’idea molto semplice che mi è venuta dai consigli che vengono dati sui comportamenti in caso di terremoti, uno dei quali è di ripararsi sotto a tavoli o strutture che siamo in grado di proteggere dai crolli.

Cella Sopravvivenza la struttura

Si tratterebbe di realizzare una (o più) celle di sopravvivenza all’interno dell’abitazione. Una cosa molto semplice.

Utilizzando i tubi innocenti (quelli che abitualmente si usano per le impalcature che sono sufficiente mente robusti) si potrebbe realizzare un parallelepipedo intorno al proprio letto che potrebbe fornire una certa protezione in caso di crollo, sicuramente maggiore di quella offerta da un tavolo o da un ricovero improvvisato.

Naturalmente la cella di protezione potrebbe essere costruita anche in altri ambienti, ho pensato al letto sia perché passiamo nel letto una buona parte del tempo che stiamo a casa e quando siamo a letto è anche più difficoltoso raggiungere una uscita, ma ovviamente può essere usata come ricovero anche per il giorno.

Ho deciso di condividere questa idea anche se non sono sicurissimo della sua validità, perché potrebbe comunque essere un sistema di salvaguardia e contribuire a salvare vite umane.

Il disegno

cella sopravvivenzaIn figura uno schizzo di una rappresentazione schematica su come realizzare la cella; naturalmente si possono disporre i tubi in maniera diversa secondo anche gli ingombri e il grado di robustezza e protezione che si vuole raggiungere.

Claudio Pace Terni 14 Novembre 2016 su Cella Sopravvivenza

 

Tags:

Leave a Reply